Animali della giungla: quali sono e caratteristiche

0

Al mondo esistono oltre otto milioni di specie viventi, ma oggi andiamo a conoscere quali sono gli animali della giungla e le loro caratteristiche. Alcuni si possono confondere con quelli della savana, ma ora entriamo più nel dettaglio.

La differenza tra giungla è savana è che la prima è un territorio ricoperto da molta vegetazione, spesso anche fitta; la seconda, invece, presenta una terra più secca e con poca flora in quanto persiste un clima più arido.

Cos’è la giungla

Prima di iniziare con l’elenco degli animali che vivono nella giungla, vediamo cos’è questo ambiente. Il tipo di vegetazione che ospita la giungla di diversifica in due tipi di foreste:

  • foresta pluviale temperata: è un luogo dove le temperature che variano dai 10°C ai 20°C con un clima umido subtropicale.
  • foresta pluviale tropicale (monsonica): è un ambiente piuttosto umido, in quanto la pioggia è molto abbondante. La temperatura varia da 20°C a 30°C in tutto l’anno.

Con il termine “giungla“, il cui significato è “area naturale selvaggia“, s’intende una zona dove soffia il vento “monsone” che proviene dall’Oceano Indiano. Essendo le piogge presenti in tutti i mesi dell’anno,

Presenta quindi vegetazione sempre verde, che non perde mai le foglie. Se pur di diversa tipologia, le giungle nel mondo si trovano in America, Asia, Africa e in Oceania. In Europa sembra si trovino solo due giungle e l’ultima scoperta è quella di  Perućica, ai confini con il Montenegro.

Gli animali della giungla

Aquila arpia – Harpia harpyja

L’aquila arpia è uno degli animali della giungla che vive nelle foreste tropicali ed è considerata il rapace più forte del suo areale. Una sua particolarità è il piumaggio di color nero attorno al corpo, il muso grigio e il ventre chiaro.

Le femmine sono più grandi dei maschi e arrivano a pesare intorno ai 9 kg. rispetto ai 5 kg. dei loro compagni. Arrivano ad una lunghezza di circa un metro ed hanno un’apertura alare che può superare anche i due metri.

È un grande predatore e si ciba soprattutto di mammiferi, bradipi e scimmie. Vivono prevalentemente nelle zone del Messico, Brasile, America centrale, Sud America fino all’Argentina. È imparentata con l’aquila della Nuova Guinea.

Capibara – Hydrochoerus hydrochaeris

Altro tra gli animali che si trovano nella giungla è il Capibara che assomiglia al porcellino d’India ma è molto più grande. Vive in gruppi di circa 100 individui e si trova sia tra le fitte foreste del Sud America che nella savana.

Si tratta del roditore vivente più grande del mondo raggiungendo un peso di 50-60 kg. ed una lunghezza di circa 130 cm. Si presenta con una testa corta ed un corpo massiccio ricoperto di lungo pelo.

Le zampe sono semi-palmate, quelle posteriori sono leggermente più lunghe e hanno solamente tre dita, mentre quelle anteriori ne hanno quattro; la coda è corta. I capibara sono esseri semi-acquatici e amano stare vicino all’acqua.

Elefante asiatico – Elephas maximus

L’elefante asiatico è un altro esemplare di fauna che si trova nelle giungle e nelle praterie, anche se qualche volta si sposta fino alle montagne. Si muove con altri simili in gruppi che variano da 8 a 20 individui.

È chiamato anche elefante indiano. I maschi hanno dimensioni minori rispetto alle femmine e si presentano con le orecchie piuttosto piccole rispetto alla testa. Assomiglia un po’ al pachiderma africano, ma con dimensioni più contenute.

Ha sempre molto appetito tanto da passare il giorno in cerca di cibo dato che per nutrirsi mangia circa 150 kg. di frutta in una giornata. È molto robusto e può arrivare a raggiungere un peso di 3500 kg.

Giaguaro – Leopardo – Puma

pantera – leopardo – puma

Anche la pantera nera (Phantera Onca) o Giaguaro si trova tra gli animali che vivono nella giungla, oltre che nella savana. È molto veloce a correre, arrivando ad 80-85 km/h. Certe volte le pantere possono raggiungere anche i 100 km/h ma non riescono a mantenerli per più di 20 secondi.

È da precisare che con il termine “Pantera nera” si racchiudono tre specie di “pantere” che si conoscono come Leopardi (Panthera pardus), Giaguari (Phantera Onca) e Puma (Puma concolor). In pratica è un gruppo di felidi simili ma con varianti melaniche (di colore).

Nel giaguaro è più comune trovare diversità di colorazioni, infatti il colore del manto può variare da un beige chiaro, al marroncino, al rossiccio e al nero; le macchie comunque hanno sempre un colore scuro.

È un mammifero carnivoro che assomiglia ad una tigre ed il suo nome “Jaguar” significa “colui che uccide con un balzo“; per cacciare la sua preda infatti salta letteralmente addosso al mal capitato con un salto deciso.

Il suo peso in media si aggira intorno ai 100 kg., ma può arrivare anche a 130 kg, e raggiunge una lunghezza anche fino a 185 cm. compresa la coda, che di media misura 60 circa. Circa l’altezza può arrivare a 76 cm e la durata vita varia dai 12 ai 15 anni.

Il Giaguaro vive nelle foreste del Rio delle Amazzoni, vicino a fiumi e torrenti in quanto è più probabile che queste zone siano più ricche di prede. Passa molto tempo a rilassarsi sugli alberi. Qualche esemplare è possibile vederlo anche in Argentina, Stati Uniti e Colombia.

Lemure – Lemuriformes

Tra gli animali che popolano le foreste pluviali ci sono anche i Lemuri, che assomigliano a delle scimmie ma hanno il viso più lungo, simili alle volpi. Appartengono a diverse famiglie, alcune delle quali si sono estinte.

Vivono solo nel Madagascar e nelle isole dell’Africa orientale, in quanto in altre zone sono presenti le scimmie che si mettono in competizione con loro. Sono esseri principalmente attivi di notte in quanto possono vederci bene grazie ad uno strato riflettente all’interno degli occhi.

Sono mammiferi che fanno parte dei “Primati” e le femmine tendono a comandare sui maschi. La loro alimentazione è basata soprattutto su piante e frutta. I loro nemici predatori sono i Fossa e alcune specie di gufi.

Mandrillo – Mandrillus sphinx

Tra gli animali che vivono nelle giungle si trova il Mandrillo, che è una scimmia simile al Babbuino. Vive nelle foreste pluviali tropicali dell’Africa centro-orientale. È un primate che fa parte di un ordine definito “le scimmie più vecchie del mondo“.

È un animale che, a differenza dei suoi simili, presenta svariati colori. I maschi sono piuttosto massicci e possono arrivare fino a 37 kg. di peso, classificandosi la scimmia non-antropomorfa vivente più pesante; le femmine invece non superano i 15 kg.

Vive in grandi gruppi dove si arrivano a contare anche fino ad 800 esemplari. È onnivoro, quindi si ciba di piante di varie specie, frutta, foglie, liane, cortecce; raramente anche di piccoli animaletti invertebrati.

Pappagalli

Amazzone fronteblu

Molte specie di pappagalli vivono nelle foreste pluviali, tra questi l’Amazzone fronteblu, il cui nome scientifico è Amazona aestiva. Viene chiamato così per il fatto che sulla fronte tiene una chiazza di piume azzurre/blu.

Il suo essere è quasi totalmente di colore verde vivace con qualche sfumatura gialla, marcata specialmente sugli occhi. Le zampe sono grigie e sulle ali si nota anche del piumaggio di colore rosso; quando le apre si assiste ad un bellissimo spettacolo variopinto.

Fa parte del genere “Amazona” che comprende oltre 30 specie diverse. Arriva a misurare 37-38 cm. e la sua particolarità è che fa sentire spesso la sua voce, specialmente durante gli spostamenti, quando vola nelle foreste.

Okapi – Okapia johnstoni

Un esemplare tra gli animali che si aggirano per le foreste pluviali si chiama Okapi, che è imparentato con le giraffe, dato che appartiene alla famiglia delle “giraffide” ma presenta delle striature sulle zampe che ci fa pensare alla zebra.

Vive nelle zone del Congo e purtroppo è una specie in pericolo che è stata messa in protezione dalla IUCN (Unione internazionale per la conservazione della natura). Si presenta alto 150 cm e lungo 250 cm, raggiungendo un peso che può variare da 200 a oltre 300 kg.

All’interno degli occhi possiede una cellula particolare, “bastoncello”, che gli permette di vedere bene al buio, durante la notte. Inoltre hanno un udito molto sviluppato ed una dentatura perfetta per riuscire a tagliare la vegetazione molto sottile.

Tapiro – Tapirus

Un tipo di fauna della giungla è il Tapiro al quale piace girare nelle foreste pluviali tropicali molto fitte dell’America meridionale e Centrale, e anche nelle zone del Sud-Est dell’Asia. È una specie che esisteva già 14 milioni di anni fa.

Ha una corporatura robusta e un muso allungato che termina con una piccola proboscide. Raggiunge una lunghezza intorno ai due metri, un’altezza di circa un metro di media e un peso che può arrivare anche oltre i 200 kg.

Sono esseri vegetariani che si nutrono con foglie, piante acquatiche, frutti, piccoli rametti. Possiedono una lingua molto flessibile, per cui riescono a cogliere anche le foglie di alcune piante che presentano delle spine.

Varano di Komodo

Il Varano di Komodo è un grande lucertolone che può avere una lunghezza di ben oltre i due metri e pesare anche 70 kg. È chiamato anche “drago di komodo” e dove c’è lui, nessun altro ha il coraggio di occupare il suo spazio.

Si tratta della più grande specie vivente di lucertola presente sulla terra. È un grosso predatore carnivoro che si nutre di mammiferi, soprattutto di cervi, di uccelli e anche di esseri invertebrati.

La sua coda è molto lunga e possiede una lingua biforcuta. La bocca e la dentatura presentano molto spesso tracce di sangue, in quanto si ferisce le gengive anche addenta aggressivamente le sue prede.

Altri animali della giungla

  • Babbuino – (Papio): è una specie di scimmia che si trova in Africa ed i maschi pesano il doppio delle femmine.
  • Camaleonte: esistono oltre 200 specie di questo animale e vivono sia in luoghi caldi che nelle foreste pluviali.
  • Cobra reale – (Ophiophagus hannah): è il serpente velenoso più lungo del mondo.
  • Grifone del Bengala – (Gyps bengalensis): avvoltoio di medie dimensioni, che si sposta in stormi e si nutre di carogne.
  • Iguana: vivono nelle zone tropicali delle Americhe. Leggi in questo articolo le varie specie e caratteristiche di questo esemplare.
  • Scimpanzé – (Pan troglodytes): vive nelle foreste tropicali dell’Africa occidentale, centrale e orientale.
  • Serpenti della giungla: rettili tra vipere, boa, anaconda che si trovano nelle foreste pluviali
  • Tigre del Bengala – (Panthera tigris tigris): riconoscibile per le strisce nere sul manto bianco. Le caratteristiche sono descritte nell’articolo: Quante specie di tigri esistono al mondo e quali sono.
  • Volpe del Bengala – (Vulpes bengalensis): predilige le foresta spinose e vive nel sub-continente indiano.

Articoli correlati:

Conosci altri animali della giungla da aggiungere? Lascia un commento.

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle per votare!

Media voto 5 / 5. Voti: 2

Grazie per aver votato...

Seguici sui social!

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle per votare!

Media voto 5 / 5. Voti: 2

Grazie per aver votato...

Seguici sui social!

Lascia un Commento o Recensione

La tua email non verrà resa pubblica.