Le isole più belle d’Italia da visitare e conoscere

1

Non serve sempre andare all’estero per vedere posti meravigliosi, in Italia ci sono tanti luoghi stupendi da scoprire. Oggi, quindi, andiamo ad individuare quali sono le isole più belle d’Italia da visitare e conoscere.

Ci sono paesaggi che solo a guardarli nelle foto ci lasciano piacevolmente stupiti, in quanto donano una sensazione di relax e di tranquillità e a questo proposito la nostra nazione abbonda di luoghi da esplorare ogni dove.

Andiamo, allora, a scoprire insieme le isole d’Italia più affascinanti da vedere, dato che il nostro paese è davvero ricco di posti mozzafiato.

Le isole italiane più belle

Anche se tutte queste “terre in mezzo al mare” sono belle da ammirare, ce ne stanno alcune che si classificano tra le isole italiane più belle da vedere assolutamente, e sono:

Le isole Tremiti

Isole Tremiti

Nel mare Adriatico, al largo del Gargano in Puglia, troviamo l’arcipelago delle Isole Tremiti, conosciuto anche col none di Diomedee. Un luogo paradisiaco formato da 5 isole:

  1. Isola di San Domino: è la più grande e più bella delle isole Tremiti, la spiaggia è sabbiosa ed il fondale è basso; si può girare con delle belle escursioni in barca. Coperta di vegetazione, sopratutto da pini e circondata da varie grotte: Grotta delle Murene, Grotta del Bue Marino, Grotta delle Rondinelle, Grotta del Coccodrillo.
  2. Isola San Nicola: è un’isoletta stretta e lunga con un altopiano roccioso. È molto ricca di storia in quanto sono presenti musei, chiese, abazie, fortezze e altri monumenti di varia natura e di varie epoche. È una tra le isole italiane da visitare sicuramente per la ricchezza di cultura.
  3. Isola di Capraia (Caprara o Capperaia): anche questa è stretta e lunga e coperta da molta vegetazione. La sua particolarità è che nel mare che la circonda, a 14 metri di profondità, ci sta una statua alta circa 3 metri che raffigura Padre Pio; è considerata la statua più grande del mondo.
  4. Isola del Cretaccio: è la più piccola delle isole Tremiti e sembra uno scoglio di argilla senza vegetazione. La caratteristiche di questa isoletta è che, secondo leggende popolari, si aggiri il fantasma di un detenuto giustiziano che vaga per l’isola con una testa decapitata in mano.
  5. Isola di Pianosa: è tra le isolette più piccole delle Tremiti e si presenta rocciosa, disabitata, con poca vegetazione e pochi animali; visitata solo da qualche rettile, conigli selvatici e sorvolata dai “falchi della regina“. In compenso nel mare che la circonda si possono osservare diverse specie di animali e per questo motivo fa parte della “Riserva Marina Integrale” che prevede il divieto di pesca e immersioni e visita su autorizzazione.

Le isole Eolie

Isole Eolie

Tra le isole più stupende da visitare in Italia troviamo l’arcipelago delle Isole Eolie, conosciute anche come Isole Lipari, che si trovano nel Tirreno meridionale – Sicilia – e sono di origine vulcanica.

Il gruppo delle Isole Eolie, molto conosciuto dai turisti, è formato da 7 isole:

  1. Isola di Lipari: non è molto grande ma si possono gustare pesci e frutti di ogni genere. In questo luogo si può esplorare un grande castello ricco di storia e oggetti preziosi, una rocca, un museo, una grande piazza ed una chiesa storica.
  2. Isola di Panarea: è l’isola più piccola e la più antica delle Eolie. Qui si possono trovare piccole spiagge, piante secolari di olivo, falchi della regina, gabbiani ed il geco comune; due grandi chiese ed il Villaggio di Capo Milazzese.
  3. Isola di Vulcano: chiamata così grazie alla fusione di vari vulcani, tra cui il più grande è il “Vulcano della Fossa“. Una delle importanti bellezze di questa isoletta sono i fanghi vulcanici dove è possibile fare un bagno caldo, oltre ad un giro anche sul Monte Aria e Monte Saraceno.
  4. Isola di Stromboli: è posizionata più a nord tra le Eolie ed il suo nome deriva dal vulcano “Stromboli” che gli appartiene. Famosa per il villaggio preistorico di San Vincenzo e si possono vedere grandi piante di olivi, vite e fichi. A Stromboli sono state girare varie scene cinematografiche per diversi film.
  5. Isola di Salina: formata da 6 vulcani, tra cui 2 sono spenti, è l’isola ritenuta più fertile delle Eolie e si possono gustare uve e vini pregiati, capperi speciali di fama mondiale. Una visita merita il Museo Civico che raccoglie reperti preistorici e antiche vasche dell’isola.
  6. Isola di Alicudi: si trova più ad occidente di tutte le altre Eolie. Molto ricca di fauna e flora ed è ben visibile il Monte dell’Arpa. Non semplice da girare intorno in quanto in alcuni punti sono necessarie doti di alpinismo o di nuoto, a seconda del territorio che si presenta. Priva di veicoli, i mezzi di trasporto sono solo i muli.
  7. Isola di Filicudi: è la quinta isola tra le Eolie in ordine di grandezza e fino all’inizio del ‘900 era chiamata “Isola del diavolo o delle streghe“. Anche Filicudi abbonda di fauna e flora e una visita va fatta al Villaggio neolotico. Possiede vari relitti navali ed è un luogo apprezzato da molti artisti e scrittori.

Le isole Egadi

Isole Egadi

Almeno una volta nella vita bisogna visitare l’arcipelago delle Isole Egadi che sono tra le isole italiane più spettacolari da conoscere.

L’arcipelago è composto da 3 isole principali e altre 7 isolette più piccole, e sono:

  1. Isola di Favignana: è l’isola principale e l’incantevole perla delle isole Egadi da non perdere. Ricca di storia, di grotte, di cave, di flora, di fauna e di spiagge, tra cui la Cala Rossa nel 2015 è stata definita la spiaggia più bella d’Italia. Da visitare anche la chiesa settecentesca, la palazzina neogotica e la tonnara.
  2. Isola di Marettimo: è la più occidentale delle Egadi e riveste il titolo di isola ricca di sacralità. Si possono ammirare particolari specie di flora, visitare le grotte, il castello, il Monte Falcone, il presidio militare.
  3. Isola di Levanzo: è la più piccola delle isolette e formata sopratutto da rocce calcaree. Conta pochi abitanti e ed ha solo una piccola stradina rotabile. Bella la flora che le appartiene. In compenso si possono visitare le grotte tra cui la Grotta del Genovese che è uno dei più famosi siti archeologici siciliani.

Le isole più piccole sono Maraone, Formica, dello Stagnone, Galera, Galeotta, Preveto e Fariglione.

Le isole Borromee

Isole Borromee

Tra le isole italiane più affascinanti troviamo l’arcipelago delle Isole Borromee, situato sul Lago Maggiore.

Questo isolotto è composto da 3 isole:

  1. Isola Madre: composta soprattutto da giardini e con pochi edifici. Si può ammirare la chiesa principale, il Palazzo Borromeo, la piccola cappella e i vari giardini tra cui il grande “giardino all’inglese” di 8 ettari. È situata nel comune della bellissima località di Stresa.
  2. Isola Bella: è posizionata nella parte nord occidentale del gruppo delle Borromee. Per costruire quest’isola sono stati necessari parecchi anni in quanto i lavori furono interrotti per un lungo periodo a causa delle peste avvenuta nel XVII secolo. Bella da esplorare per il suo grande palazzo, la chiesa, i giardini e le grotte.
  3. Isola dei Pescatori: chiamata anche Isola Superiore, è l’unica isola delle Borromee dove gli abitanti vivono in modo stabile. Caratterizzata da stretti vicoli e case rialzate in quanto è luogo soggetto all’acqua alta. Tra le varie cose, va visitata la chiesa di San Vittore che ospita antichi affreschi.

Le isole Pontine o Ponziane

Isole Pontine o Ponziane

Nel centro della nostra bella nazione, di fronte al Golfo di Geata, troviamo l’arcipelago delle Isole Pontine che raccoglie alcune tra le isole più favolose e selvagge d’Italia.

L’arcipelago Pontino è composto da 6 isole da poter vedere, ma quelle abitate sono solo 3:

Isola di Ponza: è la maggiore delle isole Ponziane, di forma stretta e lunga, quasi tutta collinare con vegetazione mediterranea. Ricca di storia, ospita parecchi crateri vulcanici ad oggi spenti, varie strutture tra cui il Fortino di Frontone, spiagge rocciose e frastagliate con bellissimi scogli da esplorare che attirano gli amanti del sub.

Isola di Ventotene: isola Pontina di forma allungata, dalle origini vulcaniche e dotata solo di una spiaggia. Anche Ventotene è un’attrazione turistica per i sub che possono immergersi nella costa ponente, per vedere scogli e relitti.

Isola Palmarola: è la terza isola Pontina in ordine di grandezza ed il suo nome deriva dal fatto che il territorio è ricco di palme nane. Pure Palmarola è di origine vulcanica e ricca di innumerevoli e stupendi scogli. Possiede anche varie specie sia di fauna che flora che la rendono molto attraente.

Le altre non abitate sono Gavi, Santo Stefano e Zannone.

Isola d’Elba

Una tra le isole più fantastiche d’Italia è l’Isola d’Elba, che è la più grande dell’arcipelago Toscano e fa parte del omonimo Parco Nazionale. Come dimensioni è la terza isola più grande d’Italia, dopo la Sicilia e la Sardegna.

È composta da 7 comuni che si contraddistinguono tra loro per la particolarità dei loro borghi: alcuni con abitazioni immerse nella natura, altri con gruppi di case e negozi tutti uniti e raggiungibili tramite vicoletti stretti e pietrosi. Inoltre ci sono bellissime spiagge discontinue, numerose montagne tra cui la più alta è il Monte Capanne con 1019 m.

Una qualità dell’Isola d’Elba è che possiede giacimenti di minerali, soprattutto di ematite ma anche di azzurrite, cuprite, fluorite, quarzo e altre ancora tanto che in uno dei comuni, e precisamente a Rio Marina, è stato aperto il Museo de Minerali e dell’arte mineraria dove si possono ammirare questi stupendi materiali.

Presenta un territorio coperto da molta vegetazione tra cui la palpa nana e secolari alberi di castagno che dimorano in tutta l’isola; oltre a piante di agrifoglio, leccio, ginepro e altre ancora da donare una sensazione di tranquillità. Infatti una particolarità di dell’Elba è che il suo “silenzio” dona davvero un senso di pace.

Oltre ad una grande varietà di flora, anche la fauna che la visita è da apprezzare in quanto si possono vedere bellissimi gabbiani, aquile, corvi, falchi, gufi, civette e altre tipologie di uccelli; tra gli animali che la visitano ci sta anche la bella tartaruga marina Caretta.

L’Isola d’Elba ospita varie chiese, musei archeologici e mineralogici, un santuario ed altre interessanti strutture; inoltre sarà ricorda per il fatto che il grande Napoleone Bonaparte ha vissuto in questo luogo il suo esilio e tal proposito si possono visitare le sue due grandi ville.

Le altre isolette vicine all’Isola d’Elba e facente parte dell’arcipelago Toscano sono: Isola del Giglio, Capraia, Montecristo, Pianosa, Giannutri, Gorgona.

Isola di Capri

Isola di Capri

Ne abbiamo visti finora di spettacolari arcipelaghi italiani ma ora andiamo a conoscere una tra le più meravigliose isole italiane che è l’Isola di Capri.

Di origine carsica, l’Isola di Capri si trova nel Golfo di Napoli davanti alla penisola sorrentina. Abbonda di scogliere, cale, panorami fantastici e grotte da scoprire tra le quali la più famosa è la Grotta Azzurra, che vanta di avere effetti luminosi davvero unici.

Sono presenti anche masse montuose come il Monte Solaro ed il Monte Tiberio e l’altopiano principale chiamato Anacapri. La costa è frastagliata come molte altre isole.

In quest’isola si trovano anche i famosi Faraglioni ovvero tre isolette di roccia che, a seconda da quanto distano dalla riva, vengono definiti con un nome diverso: Faraglione di Terra, Faraglione di Mezzo, Faraglione di Fuori.

L’isola di Capri è stata apprezzata da molti scrittori e poeti, infatti viene citata in parecchi testi da autori di varie epoche.

Le isole Flegree

Isole Flegree – Ischia

Sempre nel Golfo di Napoli si possono visitare delle magnifiche isole italiane chiamate Isole Flegree. che prendono il nome dai famosi Campi Flegrei, oppure definite anche con il nome di “arcipelago campano“, posizionate sul Golfo di Napoli.

Questo arcipelago è composto da 4 isole: Ischia, Procida, Vivara e Nisidia; solo le prime si possono visitare; vediamo come mai.

  1. Isola di Ischia: è di origine vulcanica ed è la maggiore delle Flegree. Nel mezzo dell’isola è situato il Monte Epomeo, considerato da molti un vulcano tettonico, cioè non è un vulcano effettivo ma ha un pezzo di crosta terrestre in rilievo. È un’isola molto antica ed è stata devastata dal famoso pirata Barbarossa. La grande particolarità di Ischia sono le acque termali. Questa bella terra è tra le isole più famose citate da molti autori sia italiani che stranieri e in questo luogo sono stati girati anche molti film.
  2. Isola di Procida: isola di origine vulcanica e dalle coste discontinue che hanno creano baie e promontori utili per le piccole navi. Il suo territorio è tutelato dall’area marina protetta Regno di Nettuno. Pròcida è composta prevalentemente dalla roccia sedimentaria “tufo giallo“. Ricca di storia in quanto era già abitata nel VIII a.C. e al giorno d’oggi ospita numerose chiese, molti palazzi, ville, castello, musei e altre antiche strutture da vedere.
  3. Isola di Vivara: antica e piccola isola che risale all’età del bronzo, ha la forma a C, come una mezzaluna; il suo perimetro è di solli 3 km. Dopo vari passaggi, oggi Vivara è gestita privatamente. Le casette, molto vicine tra di loro, sono di colori molto vivaci situate in stretti vicoli. Una sua caratteristica è che possiede il ponte tibetano più lungo del mondo che nel 2001 l’ha fatta entrare nel Guinness dei Primati.
  4. Isola di Nisida: piccolissima isola delle Flegree definita anche col nome di “isoletta delle capre“. Nisida non è luogo turistico in quanto in questo luogo si trova l’Istituto Pena Minorile di Napoli.

L’arcipelago della Maddalena

Tra le varie isole meravigliose italiane non poteva mancare l’arcipelago della Maddalena che si trova in Sardegna ed è formato a 7 isole: La Maddalena, Caprera, Santo Stefano, Budelli, Santa Maria, Razzoli e Spargi. Solo le prime due sono abitate. Si trovano nel Mar Tirreno e dal 1994 fanno parte del Parco Nazionale Arcipelago di La Maddalena.

  • Isola La Maddalena: è l’isola principale di questo arcipelago, si presenta di roccia granitica e 45 km di coste frastagliate. Belle da visitare le cale e le baie. La sua fonte di bellezza è la curata vegetazione che viene seguita da esperti biologici sia italiani che stranieri. Isola antica sulla quale si può trovare anche un arsenale marittimo, il Porto Massimo che sembra molto apprezzato dai turisti e piccoli borghi ricchi di storia.
  • Isola di Caprera: non molto popolata e sotto la tutela ambientale. Ospita varie spiagge tra cui la Spiaggia del Relitto, oltre alla cala Andreani. Quest’isola è nota per possedere la nota “Casa bianca” fatta costruire da Giuseppe Garibaldi dove visse per oltre 20 anni fino alla sua morte.

Altre tra le isole più belle da visitare in Italia

Sarebbero infiniti i posti fantastici da elencare ed oltre ai luoghi già descritti si sono altre fantastiche isole italiane da visitare; tra cui cito:

Queste sono solo alcune delle stupende isole da visitare e conoscere in Italia ma il territorio italiano conta più di 800 isole sparse in tutta la penisola. Dalla mia esperienza confermo che ogni posto lascia ricordi piacevoli e unici.

Tu sei mai stato a visitare una delle fantastiche isole italiane? Lascia un tuo commento.

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle per votare!

Media voto 4.6 / 5. Voti: 11

  • Per adesso ho visto l’arcipelago della Maddalena e l’isola Palmaria.. A breve andrò un giorno sull’isola di Capri 😁

    Rispondi
Lascia un commento

La tua email non verrà resa pubblica.

Questo sito Web utilizza strumenti proprietari di terze parti che memorizzano file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie vengono usati per consentire il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno gli altri. Accettando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore e contribuisci alla sopravvivenza del sito! Cookie policy

TI STAI PERDENDO CONTENUTI DA TERZE PARTI COME GOOGLE E YOUTUBE A CAUSA DELLE TUE PREFERENZE SUI COOKIE!
Aiutaci a far sopravvivere il sito e mantenerlo gratuito per sempre! Clicca il seguente link per modificare le tue:
>>PREFERENZE COOKIE<<