Chi sarà l’erede di Fernando Alonso?

1

Tra annunci ufficiali e smentite

Fernando Alonso ha annunciato, dopo le scaramucce, al GP di Ungheria, con Esteban Ocon, il suo passaggio, per il prossimo anno, ad Aston Martin; questo ha creato un grande scompiglio nel mercato piloti. Ormai è noto a tutti che l’Alpine ha annunciato la firma del contratto con Oscar Piastri senza avere un sua conferma. Un episodio più unico che raro nel mercato piloti della F1, un episodio che ha fatto sorridere molti. Effettivamente, Piastri sembrava ormai un Promesso pilota di Alpine, tuttavia non sembra avere intenzione di firmare con la casa francese, avendo, secondo alcune voci da paddock, una buona occasione per le mani: un precontratto con McLaren. Una possibilità che metterebbe a rischio il sedile del buon “vecchio” Daniel Ricciardo, che, dopo Monza 2021, non sembra aver portato risultati, nonostante il buon inizio esibito all’Hungaroring.

I papabili per Alpine

Secondo una celebre firma del Corriere dello Sport i possibili candidati per la casa francese sono: Antonio Giovinazzi, ora particolarmente in difficoltà in Formula E (e a mio avviso destinato alla F1); Mick Schumacher e Nyck De Vries. Cerchiamo di conoscere questi giovani talenti:

Antonio Giovinazzi

Giovinazzi è un giovane pilota italiano (finalmente!) che debutta in Formula 1 nel 2017 con il team Sauber come riserva, nel 2019 la scuderia cambia il nome in Alfa Romeo Racing e porta con sè la nomina a pilota titolare di Giovinazzi. Gli anni in Alfa Romeo li passa a fianco dell’iridiato Kimi Raikkonen; qui grazie al talento del giovane e all’esperienza dell’altro pilota, Giovinazzi dimostra di che stoffa è fatto e migliora le sue prestazioni di anno in anno. Attualmente è terzo pilota per Scuderia Ferrari, nella speranza (sua, ma anche mia e di molti italiani) di un ritorno alla Formula1

Mick Schumacher

Un cognome del genere non ha bisogno di molte presentazioni. Figlio d’arte, disputa il suo primo GP di Formula 1, con la scuderia Haas, nel 2021, a fianco dello sfortunato Nikita Mazepin; oggi corre ancora per Haas al fianco di Kevin Magnussen, e quest’anno sembra dimostrare la sua bravura anche se con alti e bassi. Tuttavia, tutti lo ricordiamo come alunno di un grande mentore, prossimo alla pensione: Sebastian Vettel.

Nyck De Vries

Forse il meno conosciuto dei tre, vince il capionato di Formula 2 nel 2019, l’anno successivo entra in Formula E, dove corre tutt’oggi con il team Mercedes EQ, anche se il team non sembra aver intenzione di riconfermarlo. Debutta quest’anno in F1 prima nelle FP del GP di Spagna, alla guida della monoposto di Albon e poi al GP di Francia, alla guida della W13 di Sir Lewis Hamilton.

Chi sarà, quindi, l’erede al trono di Fernando Alonso? Si annuncia un mercato pioti pieno di colpi di scena.

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle per votare!

Media voto 4.8 / 5. Voti: 4

Grazie per aver votato...

Seguici sui social!

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle per votare!

Media voto 4.8 / 5. Voti: 4

Grazie per aver votato...

Seguici sui social!

Lascia un Commento o Recensione

La tua email non verrà resa pubblica.