Le 13 piante di Natale più belle da regalare o coltivare

0

Il mondo floreale comprende infinite tipologie tra piante, fiori e alberi di ogni forma, colore e significato, come ho indicato in altri precedenti articoli, che potete visionare cliccando direttamente sul link, ovvero i fiori più rari e strani del mondo e i fiori più belli del mondo. Dato che il periodo natalizio sta per avvicinarsi, ho pensato di stilare un elenco delle bellissime piante di Natale, sia da regalare che da coltivare.

Solitamente, quando il Natale sta per arrivare, è consuetudine addobbare la casa con qualche gradevole pianta natalizia per rallegrare l’atmosfera. Questi sono fiori belli anche da regalare, soprattutto in questo periodo, in quanto essendo quasi tutti di color rosso, rappresentano un segno di questa festa.

Ora, insieme a voi, vorrei condividere una lista di fiori natalizi ornamentali da tenere in considerazione per fare un regalo, o per noi stessi; sono simboli di buon auspicio, dato che alcuni di essi hanno proprio un significato di portafortuna, come vedremo in seguito nell’articolo.

Elenco delle piante natalizie più belle

1. Agrifoglio

Una tipica pianta collegata al Natale è l’Agrifoglio o Ilex aquifolium che fa parte della famiglia delle Aquifoliaceae. Conosciuto anche come “alloro spinoso“, si tratta di un albero che arriva ad un’altezza di 10 metri che si può coltivare anche in giardino.

La corteccia è grigia, i rami verdi e le foglie a punte spinose brillano in un verde intenso facendo un bellissimo contrasto con il frutto di colore rosso. Inoltre risaltano anche i delicati fiori formati da 4 petali bianchi o rosa.

L’Agrifoglio è una pianta dai vari significati: utilizzata fin dai tempi remoti per proteggere le persone dai demoni; le bacche rosse simboleggiano fertilità e fortuna. Inoltre grazie alle sue proprietà salutari, viene usata per decotti ed infusi diuretici e lassativi.

Agrifoglio

2. Stella di Natale

Una tra le piante di natale più affascinanti e conosciute è la Stella di Natale o Euphorbia pulcherrima, proveniente dal Messico e ha lo scopo di adornare la casa. Le più grandi possono raggiungere un’altezza da 2 a 4 metri.

Appartiene alla famiglia delle Euforbiacee e la sua bellezza sta nella forma del suoi petali disposti a corona che fanno apparire una spettacolare stella rossa. Va tenuta in un ambiente abbastanza luminoso, ma anche in penombra per poterla far germogliare meglio, naturalmente riparata dal gelo.

La riproduzione della Stella di Natale va fatta in primavera ed è un fiore che si coltiva in Italia, nei Paesi Bassi e negli Stati Uniti. Questa pianta se perde tutte le foglie difficilmente si riprende, ma se ha buone radici, esponendola all’aperto in primavera/estate potrebbe riprendersi.

Stella di Natale

3. Pungitopo

Il pungitopo o Ruscus aculeatus  è una pianta ornamentale natalizia, simile all’agrifoglio, che fa parte della famiglia delle Asparagaceae. È un arbusto sempreverde che cresce fino ad un’altezza di 80 cm. con dei rami particolari che sembrano delle foglie, alle quali bisogna prestare attenzione in quanto hanno le estremità pungenti.

Viene coltivata in Italia, in alcune zone dell’Europa centrale e anche in Irlanda. Il suo utilizzo principale è quello di abbellire gli ambienti o essere inserito i qualche bel mazzo di fiori. Inoltre, nel periodo primaverile, si possono raccogliere i germogli del Pungitopo e mangiati nelle insalate o nelle minestre.

Questa specie floreale contiene sostanze che vengono usate per scopi medici e sono consigliate a chi ha problemi di vene varicose, flebiti, emorroidi; è assunto anche come decotto per aiuto infiammatorio e diuretico. Il nome Pungitopo deriva dal fatto che, molti anni fa, si usavano le foglie pungenti per allontanare i topi dalle provviste.

Pungitopo

4. Rosa di Natale

Conosciuta anche come Elleboro nero (Helleborus niger ) o Rosa di Natale è una delle particolari piante natalizie da coltivare. Appartenente alla famiglia delle Ranunculaceae ed è una pianta di tipo erbaceo e perenne. Necessita di un terreno umido e all’ombra.

Non si sviluppa molto, infatti varia da 15 a 30 cm di altezza; produce dei bellissimi fiori bianchi posizionati a calice che formano una stella e si possono ammirare nel mese di dicembre. Le foglie che appartengono alla Rosa di Natale sono sia radicali che cauline.

La riproduzione dell’Elleboro avviene tramite gli insetti pronubi che trasportano il polline dal un fiore all’altro. È considerata una pianta “velenosa” le cui sostanze tossiche si possono assimilare anche per mezzo della pelle. Nonostante questo, trattata nel modo corretto, ha proprietà benefiche esempio diuretiche, lassative e aiuta a calmare l’emicrania.

Rosa di Natale

5. Cactus di Natale

Una delle piante più decorative e belle da regalare nel periodo natalizio, è la Schlumbergera, ovvero il Cactus di Natale che appartiene alla famiglia delle Cactaceae (cactus) e i cui fiori possono essere di colore rosso o rosa.

La Schlumbergera proviene dal Brasile e per coltivarla serve un terreno, un ambiente luminoso ma non esposto ai raggi solari diretti, non ha bisogno di molta acqua e l’ideale è tenerla ad una temperatura medio bassa (da 5 a 15°C).

Gli steli sono carnosi, tipici dei cactus in genere, ma la particolarità del Cactus di Natale è che non hanno le spine e all’estremità si possono vedere i bellissimi fiori che sono circa 8 cm. di lunghezza e si può riprodurre senza molta difficoltà.

Cactus di Natale

6. Skimmia

La Skimmia è una pianta sempreverde originaria del Giappone ed è una delle piante che si regalano a Natale in quanto si mantiene fiorita anche durante le temperature invernali. Una volta sbocciati, i fiori sono di colore bianco ma terminata la fioritura diventano bacche velenose.

L’arbusto della Schimmia japonica può raggiungere oltre il metro di altezza e viene coltivata e utilizzata come pianta ornamentale per la colorazione delle foglie che variano da verde chiaro a verde intenso donando una luce brillantante all’ambiente.

Esistono varie specie di questa pianta che si differenzia tra sesso maschile e sesso femminile; i fiori “maschili” sono molto più profumati. Questo fiore può essere coltivato sia nella terra che nei vasi e non necessità di cure complicate.

Skimmia

7. Vischio

Ecco il famoso Vischio, o Viscum album, che fa parte della famiglia delle Viscaceae definita la pianta magica e romantica del Natale in quanto vicino a questi rametti le persone innamorate si baciano come segno di buon auspicio.

È una pianta sempreverde e cespugliosa in quanto si formano gruppi di cespugli posizionati tra i rami dell’albero. Le foglie di colore verde ed il frutto di colore bianco. Nei tempi antichi era considerata una pianta sacra che utilizzavano per allontanare le malattie.

Il Vischio, una delle più particolari piante associate al Natale, viene utilizzata anche per scopi medici, come antipertensivo e antiarteriosclerotico e per questi benefici salutari veniva usata fin da tempi lontani dai popoli scandinavi.

Vischio

8. Echeveria

Tra le delizie floreali che si possono trovare durante la stagione fredda è l’Echeveria, che fa parte delle Crassulacee. Questa pianta ornamentale si presenta con le foglie carnose e può essere di svariati colori.

Ce ne sono per tutti i gusti dato che esistono 170 specie. È possibile sia coltivarla nel terreno, che in vaso e non ha bisogno di molte cure, anzi basta annaffiarla ogni tanto e si moltiplica facilmente dato che si formano delle radici dalle foglie che cadono.

L’Echeveria resiste abbastanza bene sia ai raggi caldi del sole, che alle fredde temperature d’inverno. I fiori non si vedono molto spesso, ma quando sbocciano sono di colore rosato e hanno una forma di campanula.

Echeveria

9. Nertera granadensis

Una delle piante in vaso da regalo più variopinte è la Nertera granadensis, della famiglia delle Rubiaceae ed è a forma di cespuglio con un diametro anche oltre 30 8 cm. Le foglie sono piccoline e sono ricoperte da fiori tipo delle bacche dai diversi colori.

È utilizzata principalmente come pianta natalizia da appartamento e proviene dall’America centrale e dall’Australia. Crescono velocemente e solitamente i fiori si vedono in estate me durano per parecchi mesi tanto da essere uno dei presenti floreali per Natale.

La Nertera granadensis va tenuta in luoghi luminosi ma non esposti direttamente al sole e cercando di tenere sempre il terreno umido. Annaffiarla sempre da sotto e non bagnare le foglie perché altrimenti appassiscono presto.

Nertera granadensis

10. Zamia

Un’altra pianta da appartamento che viene spesso regalata per Natale è la Zamia, o Zamioculcas zamilifolia, della famiglia delle Araceae, che può anche essere piantata sul terreno oltre che in vasi di media grandezza.

È originaria della Tanzania e viene chiamata anche la “gemma di Zanzibar” per le sue particolari foglie verdi e luccicanti. È una pianta molto resistente e non ha bisogno di molta acqua, altrimenti le radici marciscono.

Oltre che abbellire l’ambiente, la Zamia viene posizionata anche in ambienti chiusi in quanto avrebbe la caratteristica di depurare l’aria. Non va esposta ai raggi solari in modo diretto ma, come tante altre piante, va tenuta in posti luminosi.

Zamia

11. Pino del Norfolk

Il pino di Norfolk, o Araucaria heterophylla, appartenente alla famiglia delle Araucariacee è un bellissimo alberello che può essere nascere sia sul terreno che in vaso, e viene pensato come regalo nataliazio perché potrebbe essere addobbato per diventare un piccolo albero di Natale.

Proviene dall’Australia e se lasciato crescere nel terreno può arrivare anche parecchi metri di altezza. I pini di Norfolk “giovani” sono le piante che vengono messe nei vasi e definite “abeti da appartamento“.

Le foglie si presentano in due modi: non pungenti e colore verde chiaro negli esemplari giovani, mentre di colore verde intenso e più appuntite in quelli adulti. È un alberello che soffre il grande freddo e quindi deve essere riparato nel gelido inverno.

Pino

12. Erica

Una pianta da regalo per l’occasione del Natale, di origini europee che viene coltivata sia nel terreno che in vasi è la sempreverde Erica appartenente alle ericacee. A seconda della specie esistono varie colorazioni che possono essere rosso, rosa, viola, bianco.

Può essere posizionata ovunque senza problemi perché sopporta bene i focosi raggi del sole. L’Erica rossa, se piantata nel terreno, si forma a cespugli e rende i giardini molto variopinti. La specie Erica Vagans ha i fiori di color rosso intenso.

Esistono tantissime specie di questo fiore, se ne contano circa 600, e una delle sue particolarità è che ha il fusto a forma di uno strano funghetto e le foglie sottili che assomigliano a degli aghi.

13. Biancospino

Un affascinante fiore invernale, che viene apprezzato anche come regalo natalizio, è il Biancospino o Crataegus monogyna. Si tratta di un piccolo-medio arboscello spinoso facente parte della famiglia delle Rosaceae.

È formato da una spessa corteccia, rami leggermente pungenti sui quali crescono gruppi numerosi di fiori di color bianco-rosa chiaro. I frutti del Biancospino si possono utilizzare per fare le marmellate, sciroppi e infusi. Trova utilizzo anche nel campo medicinale come sedativo e antispasmodico.

Il Biancospino è nominato anche la “pianta del cuore” in quanto ha benefici cardioprotettivi e rilassanti, quindi è consigliato come aiuto per dormire. Inoltre si possono ottenere anche delle salse da utilizzare in cucina per accompagnare carne e pesce.

Biancospino

 Altre bellissime piante invernali e natalizie

Oltre alle stupende specialità floreali sopra citate, esistono altre magnifiche piante invernali che mantengono a lungo la fioritura, e che sono regali carini da fare a Natale ma anche in altre occasioni.

Nomino alcuni fantastici fiori in vaso da regalare:

  • Ciclamino o Cyclamen: fiori a calice e a corolla, dai multicolori.
  • Bucaneve: pianta erbacea perenne dai fiori di colore bianco.
  • Viola del pensiero: chiamata anche Viola tricolore, ha fiori di molte tonalità.
  • Narciso: fiore molto profumato, di molte specie e dai fiori bianchi e gialli.
  • Calicanto: il suo nome significa “fiore d’inverno” e fa fiori gialli.
  • Cavolo ornamentale: particolare fiore dai vari colori e che ha un leggero odore del cavolfiore.
  • Peonie: bellissimo fiore multicolore che assomiglia ad una grande rosa sbocciata.
  • Aquilegia: pianta elegante i cui fiori sono disponibili in varie tonalità.
  • Iris siberiana o giaggiolo siberiano dai fantastici fiori di colore viola, blu e bianchi.

Concludo dicendo che qualsiasi sia il motivo o l’occasione alla quale si ricorre per coltivare o regalare dei fiori, è un gesto che non passa mai inosservato; tanto più durante il periodo di festività, prendere in considerazione delle deliziose piante invernali di Natale per fare dei gioiosi doni, sarà sicuramente apprezzato.

Qual è la vostra pianta natalizia preferita? O se conoscete altre belle piante da regalare a Natale lasciate un commento.

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle per votare!

Media voto 5 / 5. Voti: 10

Lascia un commento

La tua email non verrà resa pubblica.

Questo sito Web utilizza strumenti proprietari di terze parti che memorizzano file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie vengono usati per consentire il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno gli altri. Accettando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore e contribuisci alla sopravvivenza del sito! Cookie policy

TI STAI PERDENDO CONTENUTI DA TERZE PARTI COME GOOGLE E YOUTUBE A CAUSA DELLE TUE PREFERENZE SUI COOKIE!
Aiutaci a far sopravvivere il sito e mantenerlo gratuito per sempre! Clicca il seguente link per modificare le tue:
>>PREFERENZE COOKIE<<