Le più belle basiliche e chiese di Siena da visitare

0

Oggi andiamo a vedere quali sono le basiliche e chiese più belle di Siena da visitare. Ogni città custodisce importanti luoghi di culto cattolico e tutte le regioni della nostra Italia ne sono davvero ricche.

Questi importanti edifici religiosi senesi contengono tantissimi capolavori artistici e culturali che raccontano secoli di storia. È bello conoscere anche i dettagli di queste opere, sia degli affreschi che i monumenti ospitati.

Basiliche e chiese di Siena

Duomo di Siena

Conosciuto come il Duomo di Siena (foto copertina) è la cattedrale metropolitana di Santa Maria Assunta, la cui costruzione iniziò intorno al 1220. Oltre ad essere il luogo di riferimento principale, è ritenuta anche una delle basiliche più belle di Siena e D’Italia.

Il completamento è avvenuto circa 150 anni dopo e ad oggi si presenta in stile romanico-gotico, sopra ad una altura di 11 gradini. La sua altezza misura 48 metri, mentre il campanile, terminato solo nel 1313 è alto 77 metri.

Questa chiesa è composta da tre navate, la pianta a croce latina ed una grande cupola esagonale. La facciata è di marmo bianco con decorazioni e statue poste sopra e intorno. Verso l’alto si possono ammirare tre stupendi mosaici dorati.

All’interno la maestosa navata centrale mostra la sua bellezza facendoci ammirare le varie opere, per una lunghezza di oltre 89 metri. Le varie campate sono divise da grandi pilastri e si possono vedere le cupole stellate in tutte le navate.

Sono presenti numerose cappelle che ospitano fantastici affreschi e decori; oltre ad osservare l’altare e la libreria Piccolomini, statue e monumenti con diverse rappresentazioni e altri molti capolavori.

Basilica di San Domenico

Basilica San Domenico Siena (Luca Aless – CC BY-SA 3.0)

Altra tra le più importanti e belle chiese di Siena si trova la basilica cateriniana di San Domenico. Chiamata così perché al suo interno di una cappella stupenda è custodita la testa-reliquia di Santa Caterina da Siena.

La costruzione dell’edificio iniziò intorno al 1226 ma successivamente furono apportate modifiche e ampliamenti; oltre anche a ristrutturazioni causate dai vari incendi e terremoti ed il campanile fu leggermente abbassato.

È posta sopra un’altura da dare anche una bella visione del panorama circostante. Si presenta con una facciata di mattoni a forma di capanna, con un rosone grande centrale, in stile gotico-cistercense senza decorazioni.

La pianta interna è a croce egizia ed è composta da una sola grande navata costeggiata da svariate cappelle, tra cui la cappella delle Volte e quella di Santa Caterina. Sulla parte alta si trova un secondo piano formato solo da grandi finestre.

Ospita magnifici affreschi di famosi pittori italiani, monumenti e statue di vari personaggi e santi, una grande cripta con tre navate dove è visibile un grande crocifisso di Sano Pietro, un artista italiano; e molte altre stupende opere arte.

Basilica di Santa Maria dei Servi

Basilica dei Servi (José Luiz Bernardes Ribeiro – CC BY-SA 4.0)

Il nome completo è Basilica di San Clemente in Santa Maria dei Servi ed è una delle chiese più belle di Siena da visitare. Fu costruita intorno alla metà del XIII secolo ed è posizionata sopra ad una collinetta.

I lavori di costruzione e di ampliamento durarono ben 3 secoli e una parte della facciata non fu mai terminata. Si presenta in stile gotico-rinascimentale con mattoni di colore rossastro e un grande rosone al dentro.

L’interno è formato da tre navate e cinque campate dove spiccano alti pilastri arcati di colore chiaro, con una pianta a croce egizia e sette cappelle. Molte decorazioni sono in stile neogotico e ospita numerose opere del Trecento.

Tra i capolavori più importanti si trovano vari dipinti di noti scrittori italiani che hanno lasciato il loro segno principalmente a Siena, come Ugolino di Nerio, Segna di Bonaventura, Pietro Lorenzetti, Alessandro Franchi e altri ancora.

Basilica di San Francesco

Basilica di San Francesco Siena

Tra le basiliche più belle di Siena da vedere c’è quella di San Francesco che attualmente si presenta in stile gotico e risale al XIV secolo. Sorge sopra ad una piccola chiesetta costruita dai francescani nella metà del XIII secolo.

Purtroppo un grave incendio avvenuto nel 1655 distrusse gran parte di questo importante edifici di culto per i senesi e per circa duecento anni rimase abbandonata. Ma poi grazie a due architetti italiani fu risistemata.

Questa chiesa viene ricordata per un evento miracoloso che ebbe inizio nell’agosto del 1730, quando fu rubata una pisside contenente 351 particole consacrate. Furono ritrovate dopo 3 giorni in una vecchia cassetta dell’elemosina piena di ragnatele.

Per motivi di igiene non sono state date ai fedeli ma custodite per essere adorate a scopi riparatori per quel furto. Con il passare degli anni, nonostante il prodotto avrebbe dovuto deteriorarsi, risulta che ancor oggi sono rimaste inalterate sia nella composizione che nel gusto. La pisside con una parte di ostie è custodita in una delle cappelle.

Esternamente si presenta in mattoni con decorazioni in marmo bianco e verde ed un grande rosone centrale. L’interno è composto da un’unica navata e la pianta a forma di croce egizia. Sono custoditi tele, dipingi, opere di grande stima.

Santuario di Santa Caterina

Interno Santuario di Santa Caterina – Chiesa del Crocifisso (SailkoCC BY 3.0)

Una delle bellissime chiese di Siena da visitare è il Santuario di Santa Caterina che incorpora anche la casa natale della santa. La costruzione risale al 1700 ed è decorato in stile barocco e rinascimentale.

La parte esterna si presenta con molti portici dai quali si accede anche due loggiati, uno antico ed uno moderno nel quale si trova una grande statua di Santa Caterina. Da uno dei porticati si accede anche alla Chiesa del Crocifisso.

Questa chiesetta è particolare in quanto ospita il “crocifisso” che nel 1375 diede le stigmate alla santa; oltre a tele, dipinti, affreschi, statue, altari e altre opere che rappresentano momenti di vita di S. Caterina. Uno dei dipinti più belli si vede ammirando la volta, affresco di Giuseppe Nicola Nasini.

Dentro al santuario si trova anche l’oratorio della cucina, le cui pareti sono ricoperte di tele, e dove sono custoditi i resti del focolare che conteneva i carboni ardenti sui quali la santa si appoggiò in momento di estasi, ma rimase indenne.

Inoltre c’è anche l’oratorio della camera dove si possono vedere molti dipinti che raffigurano scene del vissuto di Santa Caterina; tra esse si trova una tela antica con la rappresentazione delle stimmate.

Altre importanti basiliche e chiese di Siena da visitare

Conosci altre belle chiese di Siena da vedere? Lascia un commento.

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle per votare!

Media voto 5 / 5. Voti: 3

Lascia un commento

La tua email non verrà resa pubblica.

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Ads Blocker Rilevato!

Sembra che tu stia utilizzando un ad blocker. Va bene. Chi non lo fa?

Ma senza entrate pubblicitarie, non possiamo continuare a rendere fantastico questo sito. Sul nostro network non ci sono banner invasivi o fastidiosi da compromettere la navigazione.

Disabilita Adblock su youfriend.it e supporta una navigazione internet per sempre gratuita