Sindrome di Münchhausen: Fingersi malati per attirare attenzione

👁 17 letture
0

Hai mai sentito parlare della sindrome di Münchhausen? Si tratta di fingersi malati per attirare l’attenzione su di sé. È considerata una patologia psicologica in cui un individuo cerca di mettersi al centro dell’attenzione.

Questo disturbo mentale non è molto diffuso; si ritiene che possa colpire una percentuale che varia dall’1% al 5% di coloro che affermano di avere dei sintomi legati ad eventuali malattie.

Cos’è la sindrome di Münchhausen

In realtà la persona non è affatto malata ma, chi è affetto da questo disturbo, “inventa” una sofferenza in modo che i medici si prendano cura di lui in modo costante. Questa morbosa sensazione è definita anche “dipendenza da ospedale“.

Perché la gente finge di essere malata?
Ci sono persone che “trasformano mentalmente” i loro problemi fisici in vere e proprie malattie interminabili; questo continuo stato attira la preoccupazione degli altri nei propri confronti.

Questo disturbo ha un legame con “la sindrome di Münchhausen per procura“, conosciuta anche come “sindrome di Polle“. Solitamente chi ne è colpito sono i genitori, in particolar modo le madri.

Quest’ultime nuocciono inconsciamente un figlio per far sì che il rapporto tra genitore e prole si intensifichi, creando di conseguenza una collaborazione più assidua con personale medico o ospedaliero.

Perché si chiama sindrome di Münchhausen?

Il termine deriva dal nome del Barone di Münchhausen (1720-1797); militare e nobile tedesco noto per raccontare storie inverosimili, raccolte nel romanzo Le avventure del barone di Münchhausen, pubblicato da Rudolf Erich Raspe.

Il termine “Sindrome di Polle” è riferita al nome del figlio del barone di Münchhausen, la cui morte lo travolse quando era ancora un neonato e perlopiù in circostanze misteriose.

Le cause della sindrome di Münchhausen

Quali sono le cause della sindrome di Münchhausen?
La patologia di fingersi malati per attirare attenzione può manifestarsi a seguito di vari episodi anomali sullo stato di salute, per esempio:

  • disturbi dissociativi: trauma psicologico dovuto ad un condizioni insolite per quanto riguarda la memoria, coscienza, emozioni, identità, sensazioni, comportamento e percezione. Causati dallo stress o da sostanze chimiche che modificano lo stato psicp-fisico
  • disturbi somatoformi: sono malori che durano da molto tempo e che portano la persona a pensare di problemi a livello organico (esempio: dolore al cuore, forti mal di testa, continui crampi di mal di pancia)

Sintomi della sindrome di Münchhausen

Quali sono i sintomi della sindrome di Münchhausen?
I soggetti di questa malattia sentono un irrefrenabile bisogno di recarsi dal medico affinché gli possa prescrivere delle visite o test medici o addirittura anche richieste di interventi.

È un desiderio di trovare piacere anche sottoponendosi a procedure e terapie dolorose o, se non altro, normalmente poco piacevoli. Nelle fasi più acute di questo disturbo psichico l’individuo soffre da tempo di una patologia complicata e sottopone frequentemente al personale ospedaliero i propri reperti.

Cure e terapie per la sindrome di Münchhausen

Quando una persona finge di essere malata, la migliore cura per la sindrome di Münchhausen è quella di rivolgersi ad uno psicologo o specialista di disturbi mentali. Questi stabilirà il tipo di trattamento a seconda della gravità della malattia.

In certi casi, dove la patologia è più grave, può essere ritenuto opportuno un ricovero del paziente al fine di evitare episodi di autolesionismo. Le terapie per ottenere dei buoni risultati, richiedono pazienza.

Conosci altre informazioni su persone che si fingono malate per attirare l’attenzione e che soffrono della sindrome di Münchhausen? Lascia un commento.

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle per votare!

Media voto 4.7 / 5. Voti: 7

Grazie per aver votato...

Seguici sui social!

Lascia un commento

La tua email non verrà resa pubblica.