Yves Rossy è Jetman, l’uomo volante

👁 87 letture
0

Yves Rossy è un aviatore e inventore svizzero, soprannominato Jetman.

Nel 2006 è stato il primo uomo nella storia dell’aviazione a volare agganciato ad un’ala a reazione fissata sulla schiena.

Le ali sono in lega di carbonio lunghe 2 metri e mezzo fissate alla schiena, dal peso di 55 kg con 4 piccoli motori a reazione, la fusoliera di questo aereo in miniatura è il suo stesso corpo.

Il 26 settembre 2008 alle 14h19, Yves Rossy, detto Jet Man o Fusion Man, effettuò la traversata della Manica con la sua ala a reazione, si gettò da un aereo e scese in picchiata per parecchie centinaia di metri a quasi 300 km/h prima di stabilizzare la sua ala e dirigersi a circa 200 km/h in direzione delle coste inglesi per raggiungere un campo vicino dopo 9 minuti e 7 secondi di volo.

I 32 litri di cherosene stoccati nelle ali hanno permesso di alimentare i quattro reattori abbastanza a lungo da permettere il collegamento tra Francia e Regno Unito, 35 chilometri.

Yves Rossy – video mentre attraversa la manica volando

Da allora ha realizzato una nuova ala dove le migliorie hanno coinvolto grandemente la stabilità e il controllo.

Altra Impresa di Jetman con le sue ali a reazione è stato lo spettacolare volo nel Grand Canyon.

Rossy, il 10 maggio 2011, si è lanciato da un elicottero a 2.500 metri di quota sopra il Grand Canyon, in Arizona, compiendo un volto di 8 minuti a oltre 300 km/h tra le gole più famose del mondo, conclusa atterrando con il paracadute sul fondo del Grand Canyon.

Terminata l’impresa del volo ha dichiarato: “Il mio primo volo negli Stati Uniti rimarrà una delle esperienze più memorabili della mia vita”, “non solo per lo spettacolare scenario del Grand Canyon ma per l’onore di aver volato sulle terre sacre dei Nativi Americani. Ringrazio Madre Natura e la Tribù degli Hualapai per avermi permesso di realizzare il sogno di una vita”.

L’ultima sua impresa di Yves Rossy e del suo jet pack a reazione è avvenuta a Dubai

Durante il volo, Rossy ha volato accanto a un piccolo aereo acrobatico e affiancato da un altro wingpack (come si definiscono le ali rigide legate alla schiena e spinte da motori a reazione), pilotato da Veres Zoltán, un altro veterano dei voli acrobatici.

Yves Rossy Video Dubai

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle per votare!

Media voto 3.7 / 5. Voti: 3

Grazie per aver votato...

Seguici sui social!

Lascia un commento

La tua email non verrà resa pubblica.