WordPress: cos’è rel=”noreferrer noopener” e come modificarlo

0

Recentemente mi è stato domandato a cosa servono gli attributi nofollow, noopener e noreferrer, che spesso sono argomento di discussione in ambito web, specialmente per chi deve scrivere un articolo o fare dei collegamenti ipertestuali.

Riguardo wordpress, circa 2 anni fa, sono state apportate delle modifiche su tutti i link che si aprono in una nuova pagina, utili per tutelare la privacy e sicurezza del nostro blog. Continuando a leggere vedrete come funzionano questi attributi e come modificarli in caso di necessità.

PIù avanti parleremo anche del più famoso Nofollow, il quale avrete già sentito nominare, ma adesso vediamo cosa è cambiato sostanzialmente nei link inseriti nelle pagine e articoli wordpress.

Facendo un esempio pratico di come erano prima della modifica:

ecco come sono mutati dopo gli aggiornamenti:

Come avrete notato, ciò che è rimasto inalterato è l’attributo “target_blank” (indica al link di aprirsi in una nuova scheda del browser), mentre sono stati aggiunti “rel=”noopener noreferrer”.

Cos’è l’attributo rel=”noreferrer noopener” ?

Partendo dal primo, l’attributo noreferrer rimuove i dati di riferimento di un link, il quale non avrà più le informazioni di provenienza. Ciò significa, che le statistiche prodotte su Google Analytics non indicheranno più da quale sito è arrivato il click, ma risulterà come visita diretta.

Perché consiglio di rimuovere noreferrer ?

Ci sono dei pro e contro riguardo il noreferrer, dove è utile per chi volesse nascondere i propri link ai destinatari, può essere sfavorevole nel caso contrario vogliate essi ne siano al corrente, lanciando quindi un input comunicativo al proprietario di un altro sito, che potrebbe incentivarlo a corrispondere traffico a tuo favore, iniziando a seguirti e condividendo i tuoi articoli.

Detto ciò ritengo opportuno andare a modificare o meno questo attributo, in caso vogliamo condividere o no i dati da cui proviene il nostro link.

Cos’è l’attributo noopener invece? Ciò che dovete sapere su quest’ultimo è che si occupa della sicurezza dei vostri link, ed è utilissimo per prevenire che la pagina aperta in una nuova scheda possa assumere il controllo della pagina originale tramite tabnabbing, quindi è consigliabile non rimuoverlo.

Come modificare rel=”noreferrer” su wordpress

Per modificare l’attributo noreferrer sui vostri link, basterà visualizzare in formato HTML il blocco in cui sono presenti:

e successivamente rimuovere per l’appunto l’attributo “noreferrer”, lasciando tutto il resto invariato.

Potrete poi tornare alla modalità visiva cliccando i tre puntini sul menu del blocco.

Cos’è e cosa significa l’attributo Nofollow

Precisando che non ha nulla in comune con noreferrer, l’attributo Nofollow interviene nell’asse del page rank, ciò significa che il collegamento non darà autorevolezza al destinatario del link. Questo è utile quando si ha a che fare con siti poco affidabili o dei quali si preferisce non supportare.

L’articolo finisce qui, spero di aver messo un po’ di chiarezza circa l’utilizzo di noreferrer noopener e nofollow nei vostri liks. Buon lavoro!

Scegli la tua Reaction!
Lascia un commento

La tua email non verrà resa pubblica.

Membri attivi di recente
Foto del profilo di Annina
Foto del profilo di Andrea
Foto del profilo di Annalisa
Foto del profilo di favola
Foto del profilo di Theshadow88
Foto del profilo di Mariuccio
Foto del profilo di UrumiKanzaki
Foto del profilo di Marica
Foto del profilo di Krum
Foto del profilo di youfriend.it
Foto del profilo di testbot
Foto del profilo di trilly
Foto del profilo di Livio70
Foto del profilo di Malasorte
Foto del profilo di spongebob
Foto del profilo di Michela