Tipi di tisane: proprietà, benefici e controindicazioni

0

Oggi andiamo a conoscere i vari tipi di tisane, le proprietà, i benefici e le controindicazioni. Spesso alla sera è diventata una consuetudine assumere una bevanda prima di coricarsi, soprattutto in inverno.

Oltre ad essere un momento di relax, questi infusi vegetali possono essere d’aiuto per il nostro organismo; alcuni sono molto efficaci e alleggeriscono qualche problematica che il nostro corpo deve affrontare.

Sono rimedi naturali per il corpo e per la mente che se assunti con attenzione e costanza porteranno sicuramente proprietà benefiche, donando un senso di benessere. Vediamo allora quali sono le varie tipologie di tisane e gli effetti sulla nostra salute.

Cos’è la tisana

Prima di entrare nella lista degli infusi naturali benefici vediamo cos’è la tisana e come si può presentare. È un composto di erbe medicamentose che vanno versate nell’acqua per preparare una bevanda.

Le sostanze di cui è composta presentano alcuni elementi indispensabili quali:

  • rimedio base: sono i componenti specifici terapeutici
  • adiuvante: ha un effetto sinergizzante collaborando con il rimedio base
  • complemento: rendere la bevanda più piacevole
  • correttore: migliora le proprietà quali l’odore, sapore, colore.

Cosa importante: la tisana si può assumere in qualsiasi momento della giornata, in quanto non contiene caffeina. Seguire comunque le indicazioni in quanto possono manifestarsi degli effetti collaterali, come descritto più avanti.

A cosa serve la tisana? In pratica serve a purificare l’organismo, dare tonicità, forza e armonia a tutta la persona, sia sotto l’aspetto fisico che mentale.

Come si prepara una tisana

C sono vari modi per preparare una tisana, nello specifico sono tre. Alla fine dell’articolo è riportato un video con la spiegazione più dettagliata.

  • infuso o per infusione: se si acquistano già preparare, si lascia la bustina in acqua bollente per 5-8 minuti
  • decotto o decozione: se comprate in erboristeria, si inseriscono le erbe in acqua fredda e poi portarle alla bollitura
  • macerato o macerazione: mettere le sostanze in acqua e lasciarle macerare per vari giorni, fino a che non siano pronte per estrarre il principio attivo.

Tipi di tisane – proprietà e benefici

Le tipologie di queste bevande sono molte in quanto ognuno ha delle proprietà e benefici differenti, essendo composti da diverse varietà di piante. Vediamo nel dettaglio i tipi di miscele e le funzioni benefiche dei diversi tipi di tisane:

Anticellulite: riducono la formazione della cellulite e le “droghe vegetali” che favoriscono questo effetto sono la betulla, tarassaco, equiseto, pilosella, centella, vite rossa, erica, ortica, castagno, verga d’oro.

Depurative e disintossicanti: per depurare il fegato e l’intestino sono consigliate quelle che contengono liquirizia, finocchio, carciofo, ortica, betulla, tarassaco, cumino, anice, menta, cardo mariano, bardana.

Digestive: consigliate per favorire la digestione e sono quelle che contengono menta, zenzero, limone, genziana, finocchio, tarassaco, curcuma, senna, anice, timo, alloro, radice di altea.

Dimagranti: aiutano a diminuire l’appetito e vengono assunte durante le diete. Gli ingredienti adatti a questo scopo sono le bevande che contengono limone, ibisco, tarassaco, menta, carciofo, malga, sambuco, alloro, zenzero.

Diuretiche e snellenti: aiutano a depurare il corpo e a facilitare la diuresi. Consigliato il finocchio, carciofo, edera tarassaco, equiseto, tè verde, ginestra, asparago, ribes nero, ginepro, cumino, betulla, mela, melograno.

Drenanti e sgonfianti: ideali se si soffre di ritenzione idrica o gonfiore alle gambe. Le sostanze più idonee sono il finocchio, asparago, betulla, pilosella, tarassaco, tè verde, aloe vera, ananas.

Energizzanti: donano un po’ di forza ed energia. Le piante adatte sono il ginseng, guaranà, cola, yerba mate. Altro tipo di bevande, diverso dalle tisane, che aiutano a rinforzare il corpo sono il tè ed il caffè, in quanto contengono caffeina.

Espettoranti: portano beneficio alle vie respiratorie sciogliendo il muco. Le erbe che aiutano respirare sono eucalipto, salvia, sambuco, origano, timo, anice, menta, santoreggia, melissa, zenzero, cannella, rosa canina.

Altre tisane per rilassare il corpo

Lassative: le tisane per problemi intestinali, se soffri di stitichezza, contengono liquirizia, menta, senna, cumino, finocchio, sambuco, malva, anice, rabarbaro, aloe, tarassaco, frangola, finocchio.

Rilassanti: aiutano a dormire e a ridurre lo stress. A questo scopo è utile la camomilla, passiflora, melissa, tiglio, biancospino, lampone, salvia, valeriana, iperico, malva, fiori d’arancio, papavero, luppolo.

Tisane per la glicemia: per abbassare il glucosio e sensibilizzare l’insulina. Le erbe previste sono lo zenzero, origano, curcuma, rosmarino, salvia. Lo zenzero è possibile utilizzarlo anche fresco.

Esistono moltissimi composti di erbe naturali per rilassare il corpo e la mente e citare tutta la lista delle tisane diventerebbe troppo lungo, quindi abbiamo descritto le più comuni.

Proprietà delle erbe naturali per tisane

Dopo aver illustrato i benefici di queste bevande vediamo alcune delle proprietà delle erbe per tisane:

  • Anice: calmanti, sgonfianti, digestive, lassative, espettoranti
  • Biancospino: antiossidante, calmante, rilassante, cardiotonico
  • Camomilla: aiuto contro il nervosismo, stitichezza, dolori mestruali, digestione
  • Cardo mariano: antiossidante, antinfiammatorio, rigenerante, disintossicante
  • Curcuma: digestive, antinfiammatorie. Allieva tosse e mal di gola
  • Finocchio: ideale per gonfiore addominale, bruciore di stomaco. Lassativo, diuretico
  • Iperico: sedative, antidepressive, rilassanti, antibatteriche.
  • Malva: antinfiammatorie, espettoranti, antitosse, decongestionante
  • Melissa: antiossidante. Aiuto per insonnia, tachicardia, ansia, nervosismo, indigestione
  • Melograno: antiossidante, diuretico, previene l’invecchiamento delle cellule
  • Menta: antiossidante, antisettica, antivirale, digestiva, rilassante
  • Passiflora: calmante, antinfiammatorie, antibatteriche
  • Papavero: sedativo, rilassante, espettorante
  • Rosa canina: migliora la circolazione sanguigna, tonifica e rinforza
  • Sambuco: aiuta a liberare le vie respiratorie, contro la tosse ed il raffreddore
  • Tarassaco: digestive – diuretiche – depurative
  • Tiglio: rilassante, diuretico, calmante, disintossicante
  • Zenzero: dimagranti, espettoranti, antinfiammatorie

Controindicazioni ed effetti collaterali delle tisane

Anche se si possono bere senza particolari problemi, non bisogna esagerare perché anche le tisane possono avere delle controindicazioni ed effetti collaterali. L’attenzione va posta soprattutto alle “droghe vegetali” che si acquistano in erboristeria.

Essendo erbe medicinali è importante conoscere bene le proprietà di cosa stiamo assumendo e dosare con cautela la quantità dei prodotti per la preparazione della bevanda. Questo è fondamentale per ottenere un giusto beneficio.

Vediamo alcuni consigli utili da osservare per evitare spiacevoli malesseri:

  • leggere bene le proprietà riportate nella confezione (se si acquista la miscela già pronta al supermercato)
  • se si va in erboristeria, esporre all’erborista le proprie problematiche di salute per individuare bene la tisana più idonea
  • non tutte le tisane vanno bene per chi presenta eventuali allergie o intolleranze ad alcune erbe specifiche
  • per le donne in gravidanza o in fase di allattamento, fare attenzione quali possono apportare effetti indesiderati o danni consistenti
  • alcuni tipi di tisane possono assumerle anche i bambini, ma meglio sentire il parere del medico.

Video con spiegazione di come fare una tisana

Conosci altre informazioni sui tipi di tisane, proprietà, benefici e controindicazioni da condividere? Lascia un commento.

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle per votare!

Media voto 4.8 / 5. Voti: 9

Grazie per aver votato...

Seguici sui social!

Lascia un commento

La tua email non verrà resa pubblica.