Tag alieni

Taken – miniserie tv 5 (1)

Taken è una miniserie tv di fantascienza del 2002 firmata Steven Spielberg e prodotta dalla Dreamworks, ha vinto nel 2003 un Emmy Award come miglior miniserie e in italia è andata in onda solamente nel 2004. Personalmente ritengo Taken tra le migliori serie tv migliore di fantascienza, dove la tematica della cospirazione aliena viene trattata con intelligenza, e la recitazione degli attori in ogni singola puntata riesce a coinvolgere talmente lo spettatore, da trasmettere ansia e timore. Da sottolineare la straordinaria interpretazione di Dakota Fanning in Allie Keys, la cura nei dettagli di ogni personaggio e storia legata alla situazione famigliare. Sicuramente una miniserie da non vedere assolutamente che va ad aggiungersi alla Lista serie-tv da non perdere Taken Trama: La serie narra le vicende di 3 famiglie nell’arco di circa 50 anni, dove le relative generazioni verranno coinvolte nelle macchinazioni degli alieni. i Keys, i Crawford, ed i Clarke, queste le famiglie, saranno condizionate da rapimenti alieni, cospirazioni governative e mutazioni genetiche che si concluderanno con la piccola Allie Keys, una bambina dotata di straordinari poteri e “prodotto” finale degli esperimenti, che rappresenterà la chiave del loro futuro. Taken Attori e personaggi: Dakota Fanning: Allie Keys Desmond Harrington: Jesse Keys (adulto) Adam Kaufman: Charlie Keys Steve Burton: Russel Keys Joel Gretsch: Owen Crawford Heather Donahue: Mary Crawford Andy Powers: Eric Crawford Catherine Dent: Sally Clarke Emily Bergl: Lisa Clarke Ryan Hurst: Tom Clarke (adulto) Anton Yelchin: Jacob Clarke (bambino) Eric Close: John James McDaniel: Gen. Beers Matt Frewer: Chet Wakeman Taken miniserie tv Trailer video Taken miniserie tv streaming ita

News: Berlusconi incontra in gran segreto gli Alieni 4.5 (2)

La fuga di notizie è trapelata da alcuni giornali esteri e subito censurata con la messa a tacere da parte della stampa italiana riguardo il possibile incontro tra Berlusconi e gli alieni. Le informazioni che sono giunte a noi oggi sembrerebbero riguardare un presunto incontro tra Silvio Berlusconi ed entità extraterrestri avvenuto in un’ala segreta della sua residenza. Il giornalista inglese della BBC, Elirpa Decsep, che ne aveva fotografato e divulgato l’incontro, è stato subito consegnato alle autorità e rimpatriato essendo entrato senza permesso in un’area protetta di massima sicurezza mondiale. Da allora non si è più saputo nulla del curioso e intraprendente giornalista. Sappiamo però che tutto il materiale – foto e documentazione varia – raccolto dallo stesso, è stato prontamente distrutto dagli agenti che controllavano il meeting segreto. Il patto, l’alleanza e Berlusconi l’immortale In molti si domandano cosa sia accaduto veramente, e cosa il giornalista abbia scoperto. Da alcune fonti – che non posso al momento rivelare – sono venuto a conoscenza su di alcune informazioni che il giornalista è riuscito a far trapelare prima di far perdere completamente le sue tracce: ha conservato alcune prove dell’avvenuto incontro con gli alieni dove racconta di una presunta alleanza intergalattica per sconfiggere le forze del male che albergano nella politica italiana. in cambio il, Cavalier Silvio, avrebbe chiesto la vita eterna, grazie alla tecnologia avanzata posseduta dagli alieni per sancire il patto segreto. Forse startrek non è poi così lontano dalla realtà che tutti pensavamo di conoscere!

Starchild il “bimbo delle stelle”: un alieno o bufala? 4 (2)

Stasera a Mistero italia1 si parla di Starchild, un vecchio argomento trattato più volte dai mass-media e in questo articolo proverò a mettere un po’ d’ordine cercando di saperne di più in merito al teschio di forma di aliena. Starchild (in italiano “bimbo delle stelle”) è il nome assegnato a un teschio deforme, scoperto intorno al 1930 da una giovane ragazzina messicana in una miniera abbandonata, accanto ai resti di una donna umana adulta. Il suo nome si deve alle teorie pseudoscientifiche dello scrittore Lloyd Pye, che vogliono che le caratteristiche anormali del teschio non siano da attribuirsi a difetti genetici noti, ma al fatto che lo scheletro sarebbe un “ibrido umano-alieno”, addirittura comprendendo l’ipotesi di origine da vita extraterrestre, da cui bimbo delle stelle. Tali teorie sono in via di analisi tramite test genetici. Ritrovamento del teschio Starchild Lo scrittore statunitense Lloyd Pye venne a conoscenza del teschio dalla coppia di sposi Ray e Melanie Young, nella città di El Paso (Texas), che glielo avrebbero successivamente affidato nel febbraio 1999. Nello stesso anno i coniugi Young fondarono un’associazione senza scopo di lucro denominata The Starchild Project. Gli Young testimoniarono d’esser entrati in possesso del reperto nei dintorni del 1930 attraverso una ragazzina messicana di 13-15 anni che, a sua volta, disse di aver ritrovato il teschio mentre giocava in una miniera abbandonata a circa 160 km a sud-ovest dalla città di Chihuahua. Secondo le testimonianze riportate, il teschio giaceva accanto a uno scheletro umano supino, successivamente rinvenuto e analizzato, appartenuto probabilmente a una donna amerinda morta a un’età stimata fra i 20 e i 30 anni. Speculazioni Sulle caratteristiche inconsuete del cranio sono state fatte anche speculazioni pseudoscientifiche. Lloyd Pye, ravvisando una somiglianza tra la forma del cranio dello “Starchild” e quella attribuita agli alieni Grigi, sostiene che “Starchild” […]

Papa Giovanni XXIII incontrò un alieno. 4.3 (3)

Secondo quanto riferito dal suo segretario personale, Papa Giovanni XXIII incontrò un alieno. Nel 1961, Il Papa Buono (Angelo Roncalli) prima di morire si sarebbe incontrato con un Alieno, il tutto avvenuto nei giardini di Castel Gandolfo. Presente all’accaduto un testimone: Loris Francesco Capovilla, il segretario del Papa attuale. La notizia apparve su un quotidiano inglese di allora e fu ripresa poi dal Sun nel 1985 ma nessuno gli diete molta importanza. Oggi, questo misterioso accaduto torna in discussione grazie ad un filmato caricato su Youtube che sta facendo il giro del mondo. Il racconto del misterioso incontro del Papa con l’alieno Camminavano lungo il lago come già avevano fatto altre volte nei pomeriggi estivi. Fianco a fianco come due buoni amici o persone qualsiasi, che han voglia di starsene in disparte chiacchierando fuori dalla routine quotidiana. Era un pomeriggio del 1961 quando tutto accadde: Li avevamo sopra le nostre teste, abbagliati da luci del color azzurro, arancio e ambra. Qualche minuto, e poi…” L’impossibile. Ciò che è anche difficile da esprimere a parole. Le luci si dimostrarono essere di dischi volanti nel cielo, si muovevano silenziosamente senza emettere alcun tipo di rumore. Poi il contatto. Uno degli UFO si stacca dalla formazione e atterra fermandosi nel lato sud del giardino. Si apri il portellone, e dalla carlinga venne fuori qualcosa. “È umano”, solo che attorno a lui c’era come un alone di luce che lo avvolgeva. Caddero in ginocchio sorpresi e impauriti. Poi lui si alzo e si avvicino verso quell’uomo senza esitare. Parlarono per circa venti minuti, ma non sentii nulla, mi sembrarono secondi inifiniti. Poi quell’uomo come non fosse successo nulla, si voltò risalendo sul disco volante, ritornando da dove era arrivato. Lui mi guardò e cominciò a piangere Sembra proprio esser l’inizio di film di fantascienza, […]

Il misterioso teschio di Olstykke (Sealand) 4.7 (3)

Oggi affronteremo il mistero che ruota attorno il teschio di Olstykke, del quale si ipotizzano varie teorie, come quella di un alieno sopravvissuto allo schianto del suo disco volante, oppure un viaggiatore del tempo… In ogni caso la sua forma sembra da ritenersi ignota alle specie conosciute del nostro pianeta. Nessuno ancora sa le origini certe, ma non importa la spiegazione, il Teschio di Sealand ha il potenziale per cambiare la visione del mondo in cui viviamo. Nel luglio del 2007 il ritrovamento del cranio in Olstykke sull’isola danese Sealand, tuttavia, non ha fatto notizia ed è rimasta in gran parte ignorata dalla scienza fino al 2010. I ricercatori che nel 2008 hanno esaminato il cranio, al veterinario High School di Copenaghen, concludendo che anche se simile ad un mammifero, alcune caratteristiche rendono impossibile montare la tassonomia degli animali sinora conosciuti. Ritrovamento del Teschio di Olstykke Scavato durante la sostituzione delle vecchie condotte di scarico, si era pensato in un primo momento che fosse qualche osso di cavallo, poiché la casa in precedenza apparteneva ad un macellaio di cavalli, e il giardino era pieno di resti. Sino a quando durante il riempimento della trincea qualcuno ha notato la sua forma umanoide. Successivamente gli scavi presso il sito non hanno portato alla luce resti ulteriormente con qualche collegamento alla creatura, solo ossa di animali facilmente identificabili, asce di pietra e altri strumenti neolitici che sono comuni nella zona. Il fatto che il cranio è stato trovato tra i resti neolitici non rivela di fatto la sua età. Una datazione al carbonio 14 presso il Niels Bohr Institute di Copenhagen ha mostrato che la creatura ha vissuto tra il 1200 e il 1280 d.C.. Inoltre, il cranio è stato trovato sopra dei tubi non così vecchi, la cui età suggerisce che non è […]

L’Alieno di Merida – Mistero 4.5 (2)

Il caso messicano – L’Alieno di Merida 20 Marzo 2005, è uno degli episodi più seguiti dai fanatici degli UFO in questo periodo, una storia di alieni da seguire attentamente anche per tutti i curiosi! Una misteriosa entità Aliena? L’enorme diffusione dei telefoni cellulari che ha accompagnato i primi anni del XXI secolo ha sicuramente cambiato radicalmente il nostro modo di vivere: oltre ad essere sempre rintracciabili, le fotocamere e videocamere che sono ormai di serie su ogni telefonino ci permettono in ogni momento di catturare immagini interessanti. In campo ufologico, questo ha consentito uno spropositato aumento di prove filmate e fotografiche che ritraggono ufo, alieni ed altri strani fenomeni. Proprio grazie ad un cellulare, infatti, tre ragazzi messicani hanno avuto la possibilità di condividere con il resto dell’umanità un’esperienza a cui pochi crederebbero senza l’ausilio del video di un alieno che ha ormai fatto il giro del mondo. Il caso dell’Alieno di Merida Tutto cominciò il 20 marzo del 2005: erano circa le due di notte quando David Espada, José Alonso Herrera Hernández ed un altro ragazzo (che ha preferito l’anonimato) giocavano tranquillamente a pallone sul marciapiede davanti alle loro case, nella zona di Fraccionamiento Del Parque, vicino Merida, nello Yucatan (Messico). Herrera stava riprendendo con un cellulare i due amici che giocavano, quando David Espada si fa sfuggire la palla che rotola vicino ad un palo della luce lì vicino. David va quindi a riprendere la palla ed Herrera lo segue con l’occhio digitale della sua videocamera applicandovi uno zoom 2x. David si appresta a prendere la palla quando, inaspettatamente, una misteriosa entità fa capolino da dietro al palo della luce, estendendo un lungo braccio che tenta di afferrare David. Quest’ultimo, una volta sentito il tocco della creatura sul suo braccio, salta dallo spavento, si ritrae e comincia a […]