Reynisfjara la spiaggia di sabbia nera in Islanda

In Islanda si trova uno dei luoghi più belli e suggestivi del mondo dall’atmosfera intrigante e misteriosa, Reynisfjare è l’affascinante spiaggia di sabbia vulcanica formata da ciottoli scuri in un paesaggio dominato da faraglioni e da una scogliera formata da colonne di basalto.

La spiaggia fu generata in un tempo brevissimo durante l’ultima eruzione del vulcano Katla e deve il suo nome all’esploratore vichingo Reynir, così anche i faraglioni situati appena al largo della costa, i Reynisdrangar.

Reynisfjara, chiamata anche “la spiaggia nera” è situata nella costa meridionale a 180 Km circa dalla capitale Reykjavik e per raggiungerla si passa attraverso il vicino villaggio di Vik. La spiaggia è immersa nella nebbia ed interamente coperta da una sabbia nera, essa ha origine dalla cenere e da detriti vulcanici generati dall’erosione.

Paesaggio reso straordinario anche grazie ad una scogliera di pilastri basaltici con base esagonale e dai due faraglioni che affiorano dal mare, chiamati Reynisdrangar.

E’ importante però sapere che bisogna tenere una certa distanza di sicurezza dalla riva in quanto onde gigantesche e furiose si alzano improvvisante correndo il rischio di essere risucchiati in mare da una forte risacca ed inoltre l’acqua è molto fredda. E’ sconsigliata la visita in inverno e soprattutto in giornate ventose e quindi di rimandare in caso di tempo brutto. Inoltre è anche sconsigliato arrampicarsi sulle colonne basaltiche e, durante l’alta marea, di andare all’interno della grotta Hálsanefshellir.

La spiaggia è popolata da colonie di alcuni uccelli marini, come il pulcinella di mare che nidifica vicino le grotte aperte sulla scogliera e le anatre di mare.

Tra le diverse attrazioni vi sono anche, lungo litorale, la roccia basaltica Garðar, la grotta naturale di Hálsanefshellir e i faraglioni di roccia lavica poco al largo della costa islandese. L’ingresso all’area è gratuito.

Come raggiungere la spiaggia di sabbia nera

Per raggiungere Raufarhòlshellir dalla capitale avete esistono due modi:

  • Affidarsi ad un tour organizzato della costa sud: è un’opzione conveniente se si hanno a disposizione solo pochi giorni e si desidera di soggiornare solo a Reykjavík.
  • L’altra alternativa è guidare la macchina fino alla spiaggia in totale libertà e autonomia. Arrivare a Reynisfjara dalla capitale è molto semplice, bisogna guidare lungo la Route 1 in direzione est fino ad incontrare il villaggio di Vík. Il percorso dura circa 2 ore e mezza.

La leggenda sui faraglioni

Attorno a questo luogo magico si raccontano varie leggende e tra la più popolare vi è quella che racconta l’origine dei faraglioni, infatti si narra che due enormi troll furono trasformati in pietra per punizione dal Sole perché vennero sorpresi a rubare una nave.

Secondo invece un altra versione della stessa leggenda, a pietrificare i troll sarebbe stato un uomo islandese a cui avevano rapito e ucciso la moglie. Un altra leggenda ancora sostiene invece che non sarebbero altro che i resti di un’antica nave di origine ultraterrena.

Reynisfjara Curiosità

La particolare bellezza di questo luogo è stata apprezzata da molti registi infatti nel corso degli ultimi anni sono molte le pellicole che sono state girate sulle sue rive.

Tra i vari registi vi è Darren Aronosfsky, che ha scelto la grotta di Raufarhòlshellir, situata nei pressi di Reynisfjara, come set per il film “Noah” con protagonisti Russell Crowe e Anthony Hopkins.

La spiaggia di Reynisfjara è stata anche un set cinematografico per altri film e serie Tv:

  • Per la serie Tv Game of Thrones dove la spiaggia nera è il set di Eastwatch, il castello nero all’apice orientale della Barriera ed appare nella settima stagione.
  • Rogue One: A Star Wars Story: la parte del film ambientata sul Pianeta Eadu di George Lucas è stata girata sulla spiaggia.
  • Into Darkness – Star Trek in cui alcune scene del film del 2013 di J.J. Adams hanno come scenario Reynisfjara.

Spiagge dalla sabbia nera nel mondo

Esistono in Italia e all’estero altre spiagge dalla sabbia color nero, vediamone alcune.

La spiaggia nera di Cala Jannita a Maratea: La spiaggia della piccola isola di Santo Janni è famosa per la colorazione della sabbia di origine vulcanica, alle sue spalle vi è un’alta scogliera con vegetazione rigogliosa e con un mare di un bellissimo color turchese, da visitate anche la stupenda Grotta della Sciabella.

La spiaggia nera del vulcano Stromboli in Sicilia: Stromboli è un vulcano che si trova fra le isole Eolie e ha tre bocche ancora in attività. L spiaggia di Ficogrande è composta da ciottoli vulcanici e sabbia nera.


La spiaggia nera di El Bollullo a Tenerife: El Bollullo è una spiaggia bellissima dal punto di vista naturalistico ed ha una superficie di sabbia nera.

La spiaggia nera vulcanica di Shelter Cove in California: E’ una spiaggia di sette ettari della California di sabbia nera e grigia e che affaccia sull’Oceano Pacifico, essa è anche conosciuta con il nome di “Black Sand Beach”, il caratteristico colore scuro della sabbia si deve ad un vulcano ormai inattivo.

La spiaggia nera di Punalu’u Beach alle Hawaii: Il meraviglioso paesaggio naturale fa da cornice alla sabbia nera che accoglie le tartarughe marine.

La spiaggia nera di Lovina Beach a Bali: E’ una tra le spiagge più belle dell’Indonesia in cui il lungo tratto di costa di sabbia nera è contornata da una ricca vegetazione formata da palme e cocco.

La spiaggia nera di Playa Negrita a Porto Rico: Ubicata sulla riva meridionale di Vieques, la spiaggia nera è il risultato di una miscela di rocce sedimentarie e di rocce vulcaniche provocata dal magma che sarebbe venuto in superficie con lo spostarsi delle piastre tettoniche che generarono l’isola milioni di anni fa.

Video Reunisfjara black beach – Spiaggia di sabbia nera

TI STAI PERDENDO CONTENUTI DA TERZE PARTI COME GOOGLE E YOUTUBE A CAUSA DELLE TUE PREFERENZE SUI COOKIE!
Aiutaci a far sopravvivere il sito e mantenerlo gratuito per sempre! Clicca il seguente link per modificare le tue:
>>PREFERENZE COOKIE<<

La sabbia nera è sicuramente qualcosa di particolare e suggestivo allo stesso tempo, luoghi che indubbiamente meritano di essere visitati. Conoscete altri luoghi e spiagge dalla sabbia nera?

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle per votare!

Media voto 4 / 5. Voti: 1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Youfriend.it è un social network italiano attivo dal 2007 che offre servizi gratuiti alla community. Registrandoti potrai gestire il profilo, partecipare alle diverse attivita come: scrivere articoli, chat gratis, forum e creare o unirti a gruppi d’interesse per conoscere ragazze e ragazzi da tutta Italia e fare nuove amicizie.

Cresciamo insieme

Il network di youfriend è Gratis al 100%, supportalo offrendoci un caffè. Utilizzeremo le donazioni per migliorare la community!

Questo sito Web utilizza strumenti proprietari di terze parti che memorizzano file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie vengono usati per consentire il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno gli altri. Accettando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore e contribuisci alla sopravvivenza del sito! Cookie policy