Licantropi e lupi mannari: origine, storia e leggende

0

Tra le creature fantastiche generate dalla mente umana, ci sono i licantropi e i lupi mannari. Oggi andremo proprio a conoscere le origini, la storia e le leggende riguardanti questi esseri notturni.

Il termine “licantropo“, tradotto dalla lingua greca, significauomo lupo“; la parola “lupo mannaro“, invece, deriva da una variante della lingua latina identificata come “lupo umano” o “lupo mangiatore di uomini“.

Prima di procedere con i dettagli dell’articolo, forse potresti voler dare un’occhiata anche a questi articoli:

Chi è il licantropo o lupo mannaro

Il licantropo, o lupo mannaro, è un essere umano che, soprattutto nelle notti di luna piena, si trasforma in un animale mostruoso e feroce. Questa trasformazione solitamente è causata da una maledizione.

In fondo si tratta di una creatura leggendaria che prende le sembianze generalmente di un lupo, ma può trasformarsi anche in altri animali, come orsi, volpi o gatti; divorando carne grazie agli aguzzi e appuntiti denti.

Quando avviene la trasformazione, il corpo dell’individuo si ricopre di pelo, gli occhi diventano di uno strano colore, dagli arti escono dei grossi artigli, cambia anche la dentatura. La creatura però si sposta in modo eretto avanzando su due piedi.

Nonostante siano molte le leggende che si sono sviluppate nel corso degli anni e nelle diverse culture, c’è anche una parte di realtà documentabile che riguarda il legame tra uomini e animali, la licantropia.

Differenza tra licantropo e lupo mannaro

Anche se generalmente queste due creature vengono considerate uguali, in realtà c’è una piccola differenza tra licantropo e lupo mannaro, secondo le leggende popolari

  • il licantropo si trasforma in una orribile bestia ogni volta che lo desidera, tenendo a bada il controllo di sé.
  • il lupo mannaro può cambiare aspetto anche contro la sua volontà, perdendo la ragione.

Origine e storia dei licantropi e lupi mannari

L’origine dei licantropi e lupi mannari, ovvero uomo che si trasforma in lupo, risale all’età del bronzo, intorno al 3.000 a.C. Per gli antichi popoli, il lupo fu un animale di riferimento per la sua forza e astuzia.

Infatti era invocato durante i riti sciamanici, in quanto era da prendere come esempio per la sua abilità nella caccia e le sue tecniche da predatore. Inoltre se addomesticato poteva essere un amico ideale.

Il lupo rappresentava anche la fecondità e l’ideologia alla licantropia nacque quando queste civiltà iniziarono a mescolare le diverse religioni con magie e fenomeni lunari.

La trasformazione in animale veniva considerata in vari modi a seconda dei diversi popoli, vediamone alcuni:

  • Antico Egitto: esisteva il dio Anubi che aveva il corpo di uomo e la testa da sciacallo
  • Antica Grecia: Zeus era un mutaforma, e si trasformava per sedurre le donne
  • Antica Roma: presso le tribù della Gallia e dell’Etruria un uomo cannibale divorava un morto. Il lupo era considerato un animale da ammirare, come nella storia della lupa di Romolo e Remo
  • Europa settentrionale: alcuni guerrieri scandinavi e vichinghi consacrati al dio Odino venivano trasformati in orsi e lupi mannari.
  • In Oriente si considerava Gengis Khan come discendente del grande lupo grigio.

Cos’è la Licantropia

Cos’è la licantropia? Esiste una condizione mentale chiamata licantropi clinica, quando una persona è affetta da una sindrome che le fa credere di potersi mutare in un animale.

Il mutamento è considerato più comportamentale che fisico. L’aspetto può divenire anche più grezzo ma la trasformazione principale è il desiderio di assomigliare soprattutto ad un lupo.

Questo consiste nel volersi nutrire di carne cruda, anche umana, e di dissetarsi con il sangue. Questo disturbo mentale ha colpito diversi “assassini” nel corso dei tempi.

I lupi mannari esistono davvero?

Il più famoso caso di “teriomorfismo“, cioè credersi una specie di animale, viene ricordato con Peter Stubbe, il serial killer tedesco che mordeva le sue vittime fino alla morte.

Dopo averle catturate, le “sbranava”, poi ne succhiava il sangue e strappava loro viscere, cuore e cervello. Questi terribili fatti sono realmente accaduti nel XVI secolo.

Leggende su licantropi e lupi mannari

La figura del licantropo o lupo mannaro, molto spesso viene associata a quella di vampiri, streghe, diavoli e altre creature pericolose e macabre. Sono esseri che diventano un mix tra uomo e bestia.

Tra le convinzioni più leggendarie si diceva che il lupo mannaro potesse far diventare una persona come sé stesso, semplicemente con un morso, ma non è così. Inoltre non è vero neppure il fatto che il licantropo si possa uccidere con una semplice lama d’argento.

Si tratta di leggende popolari, ricavate dal metodo del vampirismo in cui era possibile contagiare tramite un morso; queste ideologie hanno influito sulla fantasia di testi letterari e cinematografici.

Come diventare un lupo mannaro

Il metodo più certo per diventare un lupo mannaro era la magia. La trasformazione consisteva nel togliersi la propria pelle e coprirsi il corpo con la pelle di un lupo “maledetto” e utilizzare unguenti e filtri magici.

Il desiderio di diventare un lupo dev’essere una sensazione volontaria e questo può accedere anche durante il giorno e non solo nelle notti di luna piena. Secondo le tradizioni popolari i nati nella notte di Natale e dell’Epifania sono più predisposti a queste trasformazioni.

Come difendersi da un lupo mannaro

Come si è sentito dire più volte, il metodo più comune per uccidere un lupo mannaro è colpirlo con una lama o pallottola d’argento. Queste armi però devono essere state benedette seguendo specifici criteri.

Per riuscire invece ad allontanarlo esistono diversi metodi, a seconda della natura della bestia; ecco alcuni esempi:

  • mettere dello zolfo all’entrata dell’abitazione per far in modo che la bestia non entri
  • lasciare a disposizione un catino con acqua pura in cui “l’animale” si possa lavare
  • se non sa salire le scale, ripararsi ai piani più alti
  • picchiarlo con un chiave senza buchi
  • utilizzare l’aconito, una pianta tossica che proviene dalla Gran Bretagna
  • la più certa è quella di dar fuoco al licantropo quando ha la sembianza umana

Licantropi e lupi mannari nella letteratura

Sono molti i libri che narrano di lupi mannari e licantropi, vediamo alcuni:

  • Male di luna di L. Pirandello (1913)
  • Unico indizio la luna piena di S. King (1983)
  • Il lupo della palude di R.L. Stine (1993)
  • La casa dei lupi mannari di W. Skin (1997)
  • Twilight: serie di 4 libri, scritta da S. Meyer (2007 – 2008)

Licantropi e lupi mannari nella cinematografia

Anche i film che hanno per protagonisti questi esseri ululanti sono tantissimi. Per saperne di più consultate l’articolo:

Conosci altri dettagli da condividere sulla storia e leggende dei licantropi e lupi mannari? Lascia un commento.

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle per votare!

Media voto 4.6 / 5. Voti: 9

Grazie per aver votato...

Seguici sui social!

Lascia un commento

La tua email non verrà resa pubblica.