Il porcellino d’India – razze, caratteristiche e come curarlo

👁 135 letture
1

Adottare un animaletto in famiglia è diventata quasi un’abitudine, così ho pensato di descrivere uno di questi amici domestici che è il porcellino d’India; vediamo quindi di conoscere quali sono le razze, le caratteristiche e le cure del Cavia porcellus.

Quando si adotta un animale è importante sapere quali sono le cose più importanti da tenere presente per poter scegliere la razza giusta. Ogni specie ha le sue particolarità e quindi è bene scegliere quella che fa al caso nostro.

Porcellino d’India Origini e caratteristiche

Prima di tutto andiamo a capire che tipo di animale è il porcellino d’India. Si tratta di un roditore che ha origini nell’America meridionale.

Il suo nome scientifico Cavia porcellus deriva dal fatto che veniva usato come cavia per esperimenti di laboratorio; attualmente le cavie più utilizzate sono i topi.

I primi ad addomesticare questo animaletto furono dei pastori delle Ande nel 5.000 a.C. Alcuni lo tenevano come animale da compagnia, altri lo mangiavano, altri ancora pensavano che tenerlo in casa allontanava spiriti maligni.

Il nome di questo roditore sembra sia dovuto dal fatto che assomiglia ad un piccolo maialino, con la testa grande ed il corpo più piccolo. In media arrivano a pesare circa 1.250 gr. e misurano una lunghezza di 20 cm., e possono essere di svariati colori. Andiamo a conoscerli più nel dettaglio.

Tipi di porcellino d’India

Principalmente i tipi di del porcellino d’India si dividono in 3 categorie:

Porcellini d’India a pelo lungo: Cavia Peruviana, Sheltie, Cavia abissina, Cavia Coronet, Cavia Texel, Cavia Lunkarya, Alpaca, Sheba Mini Yak.
Porcellini d’India a pelo corto: Cavia Americana, Cavia English Crested, Cavia Rex, Porcellino d’India Teddy, Himalayan, Ridgeback
Porcellini d’India senza pelo: Cavia Skinny, Cavia Baldwin.

Razze di porcellino d’India

Descrivere tutte le razze di porcellino d’India diverrebbe una lunga lista, quindi ne vedremo solamente alcune tra le più comune e amate:

1. Cavia Peruviana

La specie più diffusa è la Cavia Peruviana, in quanto ha un carattere molto socievole e affettuoso. Si presenta con un pelo piuttosto lungo e con una corporatura abbastanza piccola. Nonostante tutto questo ammasso di pelo, le orecchie sono lisce e nude.

Questo porcellino d’India ha un temperamento molto docile e coccoloso; ma deve essere trattato con cura in quanto è molto pauroso e timido. Si può tenere nella sua gabbietta, ma ogni tanto bisogna lasciargli anche un po’ di libertà.

Gli appartenenti alla Cavia peruviana sono prettamente erbivori e vanno nutriti con alimenti freschi in modo da consumare i denti, che non smettono mai di crescere. Il cibo e l’acqua devono essere presente ad ogni ora del giorno, in quanto mangiano spesso e in qualsiasi momento.

2. Cavia Coronet

Altra razza di porcellino d’India è la Cavia Coronet; è simile alla peruviana, con il pelo lungo, proveniente anch’essa dall’America del Sud. Una leggera differenza sta nel pelo che si trova sopra la testa, in quanto è disposto in maniera diversa.

Questa specie è nata grazie all’incrocio di due razze: le cavie American Crested con le cavie Silkie. Il pelo è lungo e liscio e il musetto è meno coperto dalla peluria; è anche più corto della peruviana. Questi sono anche animali da spettacolo.

Il pelo si può anche tenere più corto, tagliandolo con attenzione; la cosa importante, in ogni caso, è che la Cavia Coronet deve essere pettinata ogni giorno o si rischia che si formino dei nodi o si accumuli sporco. Il bagno va fatto quando si sente un odore sgradevole, oppure si può lavare a secco con shampoo idonei.

3. Cavia Sheltie

Anche la Cavia Sheltie è una razza di porcellino d’India dal pelo lungo e sembra sia la specie più vivace di tutte. Ha un carattere piuttosto timido ma se prende confidenza risulta essere molto giocherellona.

È disponibile in diversi colori, ovvero nero, marrone, beige o tricolore. Spesso presentano un ciuffetto bianco sulla testa. Amano stare in gruppo in quanto hanno un carattere molto socievole.

Il pelo della Cavia Sheltie può svilupparsi anche in forma più arricciata e, come per tutte le altre specie a pelo lungo, va pettinata spesso e tenuta in ordine. Sono di fisico forte in quanto resistono bene alle malattie.

4. Cavia Abissina

Una razza di Cavia porcellus molto richiesta per la sua tranquillità e docilità di carattere è la Cavia Abissina. Si presenta con il pelo più corto delle altre razze, anche se questo cresce piuttosto in fretta, e può essere anche di diversi colori, con striature rosse o nere.

È un porcellino che non chiede cure esigenti; come gli altri va tenuto pulito ed in ordine, anche perché il pelo cresce a ciuffi, o a coccarde. Viene utilizzato sia come animale da compagnia che da spettacolo. È un animaletto facile da addestrare e molto curioso.

La cavia Abissina si riconosce subito dal suo pelo a rosette che devono essere di numero pari, e per questo motivo necessita di parecchia attenzione nella cura dello stesso. Si può trovare di svariati colori.

5. Cavia Texel

Una razza dal pelo lungo a boccoli ondulato è la Cavia Texel, dal temperamento docile e tranquillo. È una delle taglie più piccole di porcellini d’India come corporatura, invece la testa è più grande e arrotondata.

Questa razza è stata riconosciuta nel 1990. Assomiglia ad una pecora, infatti crescendo il pelo si arriccia e ne è coperto tutti il corpo. Si può trovare anche di altri colori, come il nero ed il grigio.

La Cavia Texel è molto diffusa in Germania ed in Francia ed è sempre più richiesta per l’apprezzamento al suo bel carattere.

6. Cavia Americana

Una delle razze di Cavia Porcellus a pelo corto e morbido è la Cavia Americana. È un animale molto intelligente e si fida di chi ne ha cura, tanto che ne danno confidenza e giocano senza difficoltà.

Si presentano spesso in tricolore ed è specie consigliata per chi non ha mai avuto animali simile e ne vuole adottare uno. È la razza più antica che esista ed è una delle più diffuse in quanto è molto semplice da accudire.

La cavia americana è stata conosciuta in Europa solo attorno al XVI secolo. Sperimenti su questa specie hanno prodotto altre tipologie di cavie a pelo corto e anche senza pelo come la Skinny.

7. Cavia Rex

La razza Cavia Rex è quella con il pelo più ruvido e rigido di tutte, infatti non è così semplice spazzolarlo. Si presenta abbastanza uniforme come dimensioni, anche se è la specie più grande dei porcellini d’India, e da questa caratteristiche deriva il suo nome.

La parte piccola sono gli occhi, che possono essere rossi o neri. È disponibile tutto di un colore oppure può presentare delle chiazze di altra tonalità, come il beige, o il grigio o il bianco. I suoi baffi si arricciano.

Il Cavia Rex ha carattere molto calmo ed affettuoso, nonostante possa apparire un po’ rude ed un animale che ha bisogno di tante attenzioni e affetto. Ama stare in compagnia.

8. Cavia Teddy

Una delle razze più morbide di Cavia porcellus è la Cavia Teddy, che sembra un piccolo peluche da coccolare; da qui deriva il suo nome. Si presenta con il pelo corto e i baffi vicini al musetto.

Ha un carattere molto pigro e gode di ottima memoria, quindi ricorda bene sia chi lo tratta con cura e chi gli fa qualche dispettino. Non ha bisogno di cure particolari se non una spazzolata al pelo per tenerlo in ordine.

Risulta essere la cavia con il carattere più orgoglioso tra tutte e con un tenace temperamento. La cavia Teddy resiste bene anche alle malattie tumorali, ma bisogna seguire le giuste precauzioni nella cura che richiede.

9. Cavia Skinny

Una delle due razze di porcellini d’India senza pelo è la Cavia Skinny. Ha una pelle liscia e presenta delle pieghe attorno al collo e sulle zampette. Il corpo è piuttosto robusto e il musetto allungato.

Possiede grandi orecchie e occhi ben evidenti. Essendo “nudoè più sensibile al freddo e a possibili ferite; dovrebbe sempre stare al riparo in luoghi temperati e puliti. Se si procura una copertina per coprirlo, la Cavia Skinny sicuramente ne sarà felice.

Se vivono in gabbietta, un’accortezza sarebbe anche quella di coprire la stessa con un velo o una protezione che possa riparare la bestiona dalle zanzare o da punture di altri insetti.

10. Cavia Baldwin

Un’altra delle razze senza il pelo di Cavia porcellus è la Cavia Baldwin. La pelle è più spessa e consistente della precedente specie; è molto simili alla pelle delle persone, solo che sembra più “gommosa”.

I cuccioli piccoli e più giovani possono presentare un po’ di peluria sul musetto e sulle orecchie, ma crescendo questa svanirà. Per mantenere il giusto calore corporeo, devono mangiare in abbondanza.

La Cavia Baldwin ha un carattere molto dolce e affettuoso e gradisce stare in compagnia. Come la Skinny teme le temperature, quindi è necessario ripararli in inverno dalle fredde temperature ed in estate dai forti raggi solari.

Consigli su come avere cura di un porcellino d’India

Come tutti gli animali da compagnia, anche questo piccolo roditore ha bisogno delle giuste attenzioni per farlo sentire a proprio agio e vivere il più a lungo possibile. Vediamo qualche consiglio su come prendersi cura di un porcellino d’India.

Come scegliere la gabbia?

La gabbia deve essere spaziosa, almeno un metro di lunghezza e 60 cm di larghezza, in modo da dare un senso di libertà.

È consigliabile prenderne una senza griglia sul fondo per permettere alla cavia di muoversi meglio, vista la struttura delle sue zampette, e di rimanerci anche volentieri.

Dove mettere la gabbia?

Il porcellino non è amante del caos, quindi, posizionare sempre la gabbietta in un posto tranquillo, per non spaventarlo.

Questa attenzione va prestata soprattutto all’inizio dell’adottamento in quanto la bestiola si trova un po’ spaesata in un ambiente che ancora non conosce.

Come va tenuto l’habitat?

È importante mantenere lhabitat sempre pulito e con la presenza costante di acqua e cibo, dato che il roditore mangia sia di giorno che di notte. Non eccedere con il cibo, ma è essenziale lasciare qualcosa da rosicchiare costantemente.

Se si seguono le giuste cure sia per l’animale che per il suo habitat, la cavia porcellus può vivere anche fino a 8 anni.

Posso lasciarlo libero per casa?

È bene lasciare il porcellino libero di girovagare per casa, ma è utile farlo quando non c’è la presenza di molte persone.

Hanno appurato che il troppo rumore lo potrebbe infastidire e renderlo un po’ nervoso.

Cosa mangia il porcellino d’India?

Essendo animali erbivori, il cibo preferito dalla cavia porcellus è il fieno, ma si nutrono anche di verdura fresca ed, in particolare, sono amanti delle carote.

Oltre ad alimenti ricchi di fibre, che sono essenziali per fornire le vitamine. Anche la frutta non disdegnano, ma non sempre; e mi raccomando, non scordatevi dell’acqua!

I porcellini d’India sono adatti ai bambini?

Tutte le razze di cavia porcellus possono essere adatte ai bambini, ma bisogna tener presente alcuni accorgimenti:

  • si può giocare con l’animale ogni volta che si desidera, ma facendo attenzione a non fargli del male, in quanto è un essere molto delicato e va trattato con garbo.
  • evitare di prenderlo in braccio troppo spesso perché possiede un’ossatura abbastanza fragile e rigirarlo frequentemente tra le mani non è consigliato.

Video come prendersi cura di un porcellino d’India e cose da evitare

Concludo dicendo che dopo aver scritto questo articolo sulle razze, caratteristiche e cure dei porcellini d’India, ho capito che sono davvero simpatici animali da compagnia e quasi quasi vado ad adottarne uno.

Se ti interessano altri articoli sui migliori animali domestici da compagnia, puoi leggere:

Hai mai avuto un porcellino d’India? Conosci altre informazioni sulla Cavia Porcellus? Lascia un commento riguardo la tua esperienza!

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle per votare!

Media voto 4.9 / 5. Voti: 32

Grazie per aver votato...

Seguici sui social!

  • Bellissimi. Un mio amico ne aveva uno ed era uno spasso, sono animali tanto affettuosi

    Rispondi
Lascia un commento

La tua email non verrà resa pubblica.