I Vampiri esistono? Tra mito e realtà

2

Vi siete mai chiesti se i Vampiri esistono veramente? Questo è l’argomento che tratteremo oggi passando dalla leggenda alla possibile realtà che essi vivono fra noi.

Il mito del vampiro nasce verso l’inizio del XVIII secolo, perlopiù nell’est Europa. Alla sua figura vengono spesso accostati poteri soprannaturali derivati dalla sua particolare dieta, ovvero il vampiro si nutre di sangue umano.

Quali poteri hanno e caratteristiche dei vampiri

Tra i più conosciuti vi sono:

  • la superforza
  • la capacità di volare
  • l’asservimento
  • la trasformazione degli esseri umani in vampiri
  • la capacità di trasformarsi in pipistrello
  • l’immortalità (vivono per sempre se non uccisi?)

Non è tutt’oro quel che luccica, poiché anche il vampiro ha dei difetti.

Il vampiro essendo una figura notturna, è molto sensibile alla luce del sole, infatti, se esposto per troppo tempo ai suoi raggi rischia di morire bruciato.

Per poter essere in forza, il vampiro, deve nutrirsi costantemente; esso non è un essere immortale come tanti pensano, ma può essere ucciso con un paletto di legno, nello specifico di frassino, dritto nel cuore.

Come si diventa un vampiro?

Secondo le antiche leggende i vampiri erano personaggi molto schivi e solitari che uscivano raramente dalla propria dimora se non quando spinti dalla fame, in quel caso si dirigevano verso i centri abitati in cerca di soggetti vulnerabili per nutrirsi.

Una volta scelta la vittima, il vampiro l’attraeva verso di sé con il suo forte carisma e, non appena isolati e al sicuro da occhi estranei, ne approfittava per morderla sulla carotide per berne il sangue, facendo attenzione a non ucciderla.

La trasformazione in vampiro avveniva poi durante la notte; infatti, la vittima si risveglierà nella propria tomba cominciando ad avere sensazioni strane, impallidendo visibilmente e facendo strani incubi.

Diventare un vampiro oggi

Secondo le interpretazioni più recenti, la trasformazione per diventare un vampiro avviene in maniera molto diversa.

I vampiri attuali vivono in mezzo alla gente comune, nei borghi e alle grandi città, si mimetizzano tra loro partecipando alle attività abitudinarie per non essere scoperti. Proprio per questo, per il vampiro odierno è molto più semplice attrarre a sé le vittime designate.

Per diventare vampiro, Il rito anche questa volta prevede il nutrirsi del sangue della vittima lasciandola in vita, utilizzando il potere del soggiogamento, ovvero convincendola del fatto che stia andando tutto bene, così da ottenere il controllo totale della sua volontà.

Successivamente per diventare a tutti gli effetti un vampiro, la vittima, che ha in circolo il sangue del vampiro dopo il morso, dovrà morire e resuscitare.

Solo a questo punto, per compiere la trasformazione definitiva, sta ad essa scegliere se nutrirsi a sua volta di sangue umano per diventare un vampiro, oppure lasciarsi morire lentamente di fame.

TI STAI PERDENDO CONTENUTI DA TERZE PARTI COME GOOGLE E YOUTUBE A CAUSA DELLE TUE PREFERENZE SUI COOKIE!
Aiutaci a far sopravvivere il sito e mantenerlo gratuito per sempre! Clicca il seguente link per modificare le tue:
>>PREFERENZE COOKIE<<

Scena tratta dal film “Intervista col vampiro” 1994

… ma i vampiri esistono veramente?

Se notate bene, nel titolo ho inserito una parola, “realtà”. Ebbene sì, i vampiri esistono veramente e non sono come quelli nati dalla fantasia e visti al cinema. Da quando è uscito il primo film sui vampiri (Drakula halála 1921), ci sono state altre moltissime interpretazioni da altrettanti registi.

Ritornando alla realtà di questa creatura demoniaca; ritroviamo molte patologie connesse al mito del vampiro, che fanno presumere l’esistenza di veri vampiri tra noi.

il vampiro nella biologia umana

Esistono persone che hanno problemi ad esporsi alla luce (fotosensibilità), persone che si nutrono di sangue umano, non nella forma mitologica, ma bevendone da un bicchiere che la loro vittima offre in dono, questa considerata anche una pratica sessuale.

il vampiro nella psicologia umana

Sappiamo che la mente umana è varia ed è molto sottile il confine tra normalità e pazzia. Vi è una malattia mentale, chiamata Sindrome di Renfield, in cui la persona che ne soffre crede di essere lo schiavo di un vampiro. Si può benissimo capire dal film “Dracula, morto e contento”.

Inoltre vi sono persone che credono di essere un vampiro, e questa malattia può essere definita sia biologica che psicologica, chiamata Porfiria e Vampirismo.

Il vampirismo è quello che più si avvicina alla concezione di vampiro. Chi soffre di questa malattia mentale, è convinto di essere a tutti gli effetti un vampiro e associa il bisogno di sangue ad una eccitazione sessuale.

Ma non tutti, alcuni di essi, credono fermamente che il loro bisogno di nutrirsi di sangue sia associato alla loro sopravvivenza.

Persone famose associate al vampirismo (fonte Wikipedia)

  • Vlad III di Valacchia conosciuto meglio come Dracula, noto nella metà del 1400 per le sue esecuzioni brutali nell’impalare i nemici.
  • Erzsebet Bathory chiamata la contessa sanguinaria, tra il XV e il XVI secolo uccise circa 650 persone per poter usare il sangue delle proprie vittime per berlo o per farci un bagno, e solo per poter rimanere giovane e bella.
  • Gilles de Rais visse nella Francia del XV secolo, prediligeva le vittime innocenti.
  • Peter Kurten detto il vampiro di Dusseldorf, si divertiva a tagliare la gola delle proprie vittime per berne il sangue.
  • Fritz Haarmann detto il vampiro di Hannover, uccise nel XX secolo, 27 adolescenti maschi, mordendoli alla carotide.
  • Bela Kiss deteneva presso la propria abitazione, 24 corpi sotto spirito in barili di metallo, tra cui quello della moglie e dell’amante, tutti dissanguati.
  • Richard Trenton Case assassino statunitense detto vampiro di Sacramento, si limitò a 6 omicidi prima di essere arrestato.

I vampiri oggi

Nell’ultimo ventennio il vampiro è stato riproposto in una nuova veste abbandonando la folcloristica figura di mostro killer di umani a personaggio intrigante e misterioso, dotato di un notevole carisma e molte più capacità dei vampiri della leggenda est europea, facendolo diventare in alcuni casi un’icona sexy dalla quale prendere ispirazione in più ambiti.

In particolare possiamo soffermarci sulla serie tv The Originals, la cui trama tratta, come suggerisce il titolo, l’origine dei primi vampiri, creati dalla magia nera e che hanno iniziato a diffondere questa razza.

A tal proposito potete dare un’occhiata a diversi film e serie tv sui vampiri citati in questi articoli:

E se vi piace l’argomento potete consultare anche l’articolo specifico sul Conte Dracula – Storia e leggende.

Questi vampiri, detti Originali, sono i più temuti perché i più antichi. Infatti hanno alle spalle più di 1000 anni di storia.

Caratteristiche dei vampiri originali

  • asservimento sia degli umani che dei vampiri
  • brutalità mista ad eleganza
  • fascino
  • immortalità tranne dal legno di quercia
  • intelligenza
  • immunità al sole, grazie ad un particolare anello creato dalla magia nera
  • onore e fedeltà verso coloro che amano
  • possibilità di reprimere la propria parte umana così da non poter provare emozioni

Quindi, i vampiri della nostra fantasia, sono molto più affascinanti di quelli reali, esistenti. Che ne pensate?

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle per votare!

Media voto 3.9 / 5. Voti: 11

Lascia un commento

La tua email non verrà resa pubblica.

Membri attivi di recente
Foto del profilo di Annina
Foto del profilo di Andrea
Foto del profilo di favola
Foto del profilo di * mini *
Foto del profilo di David
Foto del profilo di Sandro
Foto del profilo di Letizia
Foto del profilo di Giampietro Lo Bartolo
Foto del profilo di UrumiKanzaki
Foto del profilo di Maurizio
Foto del profilo di trilly
Foto del profilo di Jennifer79
Stai utilizzando un estensione browser come AdBlock o qualche altro software che impedisce il corretto caricamento della pagina. Youfriend non utilizza annunci o suoni sgradevoli che possono infastidire la navigazione, ma abbiamo bisogno del tuo aiuto per far sopravvivere la community!

Esempio di come disattivare Adblock

Esistono diverse estensioni che bloccano la corretta navigazione di un sito, solitamente le puoi disattivare tramite la loro icona in alto a destra del browser, cliccando su di essa troverai un opzione per disattivarla!

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle per votare!

Media voto 3.9 / 5. Voti: 11

Questo sito Web utilizza strumenti proprietari di terze parti che memorizzano file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie vengono usati per consentire il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno gli altri. Accettando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore e contribuisci alla sopravvivenza del sito! Cookie policy

TI STAI PERDENDO CONTENUTI DA TERZE PARTI COME GOOGLE E YOUTUBE A CAUSA DELLE TUE PREFERENZE SUI COOKIE!
Aiutaci a far sopravvivere il sito e mantenerlo gratuito per sempre! Clicca il seguente link per modificare le tue:
>>PREFERENZE COOKIE<<