I musei più strani e particolari d’Italia

581 letture
1

Il nostro paese ospita moltissime raccolte di opere e oggetti di diversa natura, fra questi, vi sono anche alcuni fuori dal comune. Oggi andremo a vedere, infatti, i musei più strani e particolari d’Italia, dove ogni galleria ha un suo significato e fascino specifico.

Non immaginavo fosse così interessante scoprire la storia di alcuni reperti e documenti che hanno lasciato importanti riferimenti nel corso dei tempi. A dire il vero, non mi sono mai soffermata, prima d’ora, a pensare che potessero esistere certe bizzarre esposizioni.

I musei più strani e particolari d’Italia

Museo dell’Impossibile – Lucca

Foto copertina – crediti museo dell’impossibile

Per vedere uno tra i musei più strani d’Italia ci si deve spostare a Lucca, in Toscana. Qui si trova il Museo dell’impossibile dove sono esposti molti oggetti rari e “maledetti” che seguono la scia delle “Wunderkammer“, ovvero delle collezioni misteriose.

Si possono ammirare sculture mitologiche che emettono forze sconosciute, o resti di mummificazioni e imbalsamature avvenute molti secoli fa, creature mostruose sia della terra che del mondo acquatico e altri artefatti di varia natura.

Nell’adiacente Villa Webb si svolgono eventi di magia e spettacoli di mentalismo, si possono effettuare anche visite notturne e altro ancora. Per tutte le informazioni leggere quanto riportato nel sito ufficiale, cliccando il link.

Museo del Manicomio – Venezia

Nell’isola di San Servolo a Venezia si trova uno dei musei italiani più strambi, il cui nome stesso si collega alla salute mentale, alla psichiatria e al settore ospedaliero. Stiamo parlando del Museo del manicomio – La follia reclusa.

In questo luogo era stata costruita una struttura ospedaliera e manicomiale, inaugurata nel 2006, che ospita documenti, reperti e oggetti che erano presenti nello stabile psichiatrico.

Lo scopo di questa mostra è quello di far conoscere la situazione dolorosa ed emarginante che coinvolgeva colori che erano rinchiusi per problemi di salute mentale. Per le generalità leggete il relativo sito.

Museo delle Illusioni – Milano

Ecco un altro tra i musei più insoliti d’Italia al quale forse non ci hai mai pensato. Quindi se vuoi osservare il mondo da una prospettiva diversa visita il museo delle illusioni. Si trova a Milano ed è diviso in vari settori.

È composto dalla sala dei colori, stanza ames, stanza ruotata, vortex tunnel, stanza dell’infinito e dell’anti-gravità, tavolo dei cloni, ologrammi e molto altro ancora per immergerci nelle illusioni ottiche e fotografiche.

Tutte le informazioni per i permessi di entrata, orari, biglietti e disposizioni varie consultate il sito ufficiale.

Museo degli sguardi – Rimini

Uno dei musei particolari italiani si trova a Covignano di Rimini ed ospita raccolte etnografiche e archeologiche di alcune zone del mondo, in special modo dell’Africa, Oceania, America precolombiana e Asia.

Si tratta del Museo degli sguardi che analizza una serie di raccolte che riguardano lo sviluppo ed il progresso nel corso del tempo delle varie culture esistenti. Lo scopo di questa galleria è quello di osservare e portare a riflettere.

È un invito ad apprezzare l’arte di altri popoli attraverso sogni e viaggi che inducono a scoprire nuove realtà. Per visite e informazioni varie consultare il relativo sito.

Museo delle nuvole – Dolomiti Belluno

Se sei appassionato di rocce e di montagne potrebbe interessarti uno dei musei più originali d’Italia. Osserviamo la natura dal Museo delle nuvole o Messner Mountain Museum Dolomites posto tra Pieve di Cadore e Cortina D’Ampezzo.

L’esposizione è composta da alcune gallerie di dipinti e opere del famoso alpinista Reinhold Messner e da spazi panoramici dove si possono osservare le vette circostanti quali la Marmolada, Monte Civetta, Monte Pelmo e altri.

Qui è raccolta la storia delle rocce dolomitiche testimoniata tramite fossili, conchiglie e straordinari reperti risalenti a milioni di anni orsono. Per ogni necessità visitate questo apposito sito.

Museo degli Innocenti – Firenze

Un patrimonio culturale che riguarda i bambini si trova presso il Museo degli Innocenti di Firenze, situato nel complesso monumentale di Filippo Brunelleschi. Si tratta di un’esposizione di opere a favore di fanciulli in difficoltà.

In pratica il percorso consiste in una dimostrazione di oggetti d’arte, documenti e reperti architettonici ricchi di storia e di valore per testimoniare l’aiuto alle famiglie che non potevano far crescere i loro figli.

Lo scopo di questo importante esposizione è quello di promuovere i diritti per l’infanzia e per tutte le informazioni consultate il sito specifico della struttura.

Museo dei Cuchi – Cesuna

Tra i musei più divertenti d’Italia c’è quello dei Cuchi, ovvero dei simpatici fischietti o piccoli strumenti a fiato che servivano per imitare il canto degli uccellini. Venivano utilizzati anche per scacciare spiriti invasivi e oggetto portafortuna.

L’esposizione consiste in una serie di piccole costruzioni di argilla, di terracotta e di ceramica di varie forme e colori; alcune con un aspetto anche un po’ grezzo ma il richiamo è quello dell’amicizia e dell’amore che si trasmette tramite il dolce suono che ne esce soffiando.

Questi oggetti sono ricchi di riferimenti dei tempi passati in quanto venivano usati per diversi scopi; soprattutto quello di proteggere i bambini, i raccolti e la natura. Tutte le informazioni sono nel sito di riferimento.

Museo dei colori naturali – Lamoli

Uno dei musei italiani più strani si trova all’interno dell’abbazia di Lamoli di Borgo Pace, in Puglia è il Museo dei colori naturali “Delio Bischi”. Mostra come nel corso del tempo, dagli inizi del ‘900 ad oggi, l’uomo li ha utilizzati, variandone le tonalità e le tinte.

In questa struttura sono presenti dei laboratori pratici che insegnano come estrarre il colore, i metodi di coltivazione delle piante tintorie, in che modo usare i vari tipi di pigmenti e riconoscere le caratteristiche dei colori nobili.

L’organizzazione mette a disposizione anche dimostrazioni e corsi inerenti a questo argomento. Tutti i dettagli sono riportati nel sito d’informazioni.

Museo del Papiro – Siracusa

Altro tra i musei più insoliti d’Italia, fondato nel 1987, si trova a Siracusa ed è il Museo del Papiro di Corrado Basile. L’attività di questa struttura è quella di conservare manufatti e documentazione su quello che riguarda la pianta del papiro.

Illustra la storia di questa civiltà nel corso dei secoli, dal suo origini fino a giorni nostri, sia sotto l’aspetto di studio che nella manifattura e conservazione di documenti e oggetti. La pianta del papiro veniva trattata in modo diverso a seconda delle popolazioni.

È importante conoscere il valore di queste tradizioni e per ogni informazione potete consultare questo sito specifico, cliccando il link.

Museo della Bora – Trieste

Pur essendo uno dei musei più particolari che esistano è interessante sapere che è stata realizzata una struttura dedicata al vento. Essendo Trieste una città avvolta da questo fenomeno, è stato costruito il Museo della Bora.

Essendo il vento una cosa invisibile, visitando questo luogo si lavora molto anche di immaginazione, con l’aiuto dell’ascolto. Sono esposte anche due collezioni: l’Archivio dei venti del mondo e la collezione artistica composte da varie opere d’arte.

Si può consultare anche una ricca documentazione eolica tra libri, dvd e altro. Per tutto quanto riguarda questo argomento visitate il sito apposito.

Se ti piacciono altre tipologie di esposizioni puoi leggere i seguenti articoli:

Conosci altri musei strani e particolari in Italia da suggerire? Scrivilo nei commenti.

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle per votare!

Media voto 4.8 / 5. Voti: 12

Grazie per aver votato...

Seguici sui social!

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle per votare!

Media voto 4.8 / 5. Voti: 12

Grazie per aver votato...

Seguici sui social!

  • Che curiosi questi musei. Ma sicuramente ce ne sono altri come quello del cavatappi in Piemonte

    Rispondi
Lascia un Commento o Recensione

La tua email non verrà resa pubblica.