Gondola e Gondoliere: origine e storia della barca veneziana

La città di Venezia è tutta da esplorare e per visitarla sono state messe a disposizione delle bellissime gondole, guidate dai loro gondolieri. A tal proposito ora vediamo l’origine e la storia della famosa barca veneziana.

È una città che affascina sotto molti aspetti, dalla bellezza dell’arte al romanticismo; dalla sua particolarità di essere circondata dall’acqua alla sua unicità di stili di vita. E la gondola è il simbolo di Venezia.

Origine della gondola

L’origine della gondola sembra sia un po’ condivisa. Gli storici affermano che questa barca veneziana sia stata nominata in una lettera del 1094, scritta dal doge di Venezia, Vitale Faliero, ai suoi cittadini.

Allo stesso tempo anche la Grecia, la Turchia e Malta sostengono che l’idea di questa imbarcazione sia loro. A prescindere dall’incertezza sull’invenzione delle gondole, venivano utilizzate da tutti i veneziani per spostarsi.

Infatti era il mezzo di trasporto di tutte le famiglie in quanto si perdeva molto tempo percorrere alcuni percorsi a piedi. Quindi quasi ogni nucleo famigliare aveva la sua gondola ed il suo gondoliere.

Se si osservano i palazzi dei nobili di Venezia, si nota che l’ingresso principale è posto sulla sponda dell’acqua, in modo da avere a disposizione la barca quando serviva. Chi non la possedeva poteva noleggiarla.

Storia della gondola

La storia della gondola afferma che inizialmente le gondole non avevano la stessa forma di come le vediamo al giorno d’oggi, in quanto erano più corte e più larghe. Intorno al XVI secolo l’imbarcazione veneziana venne modificata, rendendola più slanciata.

Furono riviste le dimensioni, la prua e la poppa dove si posiziona in gondoliere, gli ornamenti sempre più eleganti. Intorno al XIX secolo subì altre modifiche sulla forma, per renderla più gestibile nella navigazione.

Così si arrivò ad una lunghezza di 11 metri, mantenendo questa dimensione ancor oggi. Nel XX secolo si modificò l’altezza della prua e della poppa per renderle più alte e il ferro di prua fu ridotto per un migliore bilanciamento.

Fino all’inizio del 1900 le gondole erano dotate di una copertura per i passeggeri, che si metteva o toglieva con facilità; questa era chiamata “fèlze” e rendeva l’imbarcazione più intima e confortevole.

Ora sono totalmente aperte e utilizzate soprattutto dai turisti che desiderano godersi la bellezza della laguna e dei palazzi veneziani; passando sotto ai vari ponti e ammirando completamente il panorama.

Gondola con fèlze

Gondolieri di Venezia

Il gondoliere è il rematore della gondola e questa professione nacque per l’esigenza di spostarsi da una zona all’altra della città. Era una persona che faceva parte delle famiglie ed si rendeva disponibile in qualsiasi momento.

Nei tempi passati si poteva diventare gondoliere ereditando il mestiere dal padre o da un parente, quindi era un tramandarsi il compito da padre a figlio. Attualmente, invece, questo legame di parentela non è più consierato.

Ora per diventare gondolieri bisogna frequentare una scuola specializzata, essere capace di nuotare per poter soccorrere qualcuno in acqua in caso di bisogno e conoscere varie lingue straniere per capire molti turisti.

Alla fine di tutto il percorso si deve superare un esame piuttosto difficile e fare una stage di vari mesi; in ultimo si deve affrontare un test finale davanti a giudici specializzati che lasciano il benestare per essere gondoliere.

Abbigliamento dei gondolieri

Come si veste il gondoliere? L’abbigliamento è dettato da una specifica regola delle Associazioni preposte, che precisa quanto segue:

  • la maglietta deve essere bianca con righe blu o rosse
  • i pantaloni di colore nero
  • si può indossare un cappello di paglia (optional)
  • se è freddo va indossato un giubbetto di colore nero
  • sulle scarpe non ci sono regole

Com’è fatta una gondola

Quanto è grande una gondola? Ha una lunghezza di 11 metri, una larghezza di 142 cm. circa , un’altezza di 165 cm ed un peso intorno ai 400 kg. Inoltre risulta essere un po’ storta, in quanto è costruita in modo asimmetrico.

Infatti la parte laterale sinistra è più larga di quella destra. La gondola è fatta da 280 pezzi differenti tra loro e ricavati da 8 tipi di legname diverso. Tra i componenti più importanti c’è il ferro di prua.

Questo accessorio si chiama “pettine”, che oltre a donare un tocco di bellezza, serve anche come protezione per eventuali urti. Inoltre, essendo piuttosto pesante, mantiene la barca in perfetto assetto.

Il pezzo di legno che forma la barca veneziana si chiama “cantièr“. Questo viene sagomato fino ad ottenere la forma dell’imbarcazione e poi vengono uniti i listelli e gli altri oggetti fino alla totale realizzazione.

Naturalmente va menzionato il lungo remo, con il quale il gondoliere manovra la gondola. Può essere guidata fino a quattro conduttori, ma solitamente ogni barca ha un solo “barcaiolo” posto a poppa.

Chi costruisce le gondole?

Sai come si chiama chi costruisce le gondole? Il suo nome è squerarolo, ovvero un artigiano che, con estrema attenzione e precisione, compone i vari pezzi della gondola dandole la sua forma spettacolare.

Video che spiega la storia della gondola e come costruirla

Curiosità sulle gondole

  • Quanto costa un giro in gondola? Ad oggi si aggira intorno ai 100 euro e la barca può contenere fino ad un massimo di 5-6 persone.
  • Esistono delle varianti delle gondole: Gondolino da regata (più piccolo) e il Gondolone (più basso, più largo e più grande).
  • Perché la gondola è nera? È stato scelto questo colore come simbolo di “potere” durante il l’era della Serenissima (697 al 1797), in cui governavano i dogi di Venezia.
  • Il fondo delle imbarcazioni della laguna veneziana è piatto, così da poter navigare anche nei posti o periodi in cui l’acqua è bassa.
  • A Venezia ci sono circa 600 gondolieri e molti di loro cantano durante in tragitto per intrattenere i turisti.

Articoli correlati

Hai mai fatto un giro su una gondola di Venezia assieme al suo gondoliere? Lascia un commento.

👁️147 views/letture

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle per votare!

Media voto 5 / 5. Voti: 4

Grazie per aver votato...

Seguici sui social!

Condividi l'articolo:
Annina
Annina

Ciao, sono Annina, manager della community di youfriend.it. Amo la natura, la musica, i colori, le emozioni... amo le sfumature che dipingono la vita!

Articoli: 367

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *