Gli insetti più strani e rari del mondo

0

A me piacciono gli animali ma per quanto riguarda gli insetti non provo così tanto entusiasmo. Devo dire, però, che guardando delle immagini di questi piccoli esseri, mi è assalita la curiosità di scoprire quali sono gli insetti più strani e rari del mondo.

Gli insetti possono essere ritenuti delle fastidiose presenze ma esistono delle specie, uniche nel loro genere, alle quali vale la pena dedicare un po’ di attenzione; per questo motivo ho pensato di condividere con voi qualche notizia sugli insetti più strambi che esistono.

Potrebbero anche interessarti questi articoli:

I 10 insetti più strani e rari al mondo

1. Farfalla Cobra

Uno tra gli insetti più insoliti che possiamo vedere c’è la Farfalla Cobra, che oltre ad essere un po’ strana è anche la farfalla più grande del mondo. Si tratta di una falena appartenente alla famiglia delle Saturniidae che vola nelle foreste dell‘Asia.

È uno spettacolo straordinario vedere quando apre le ali, in quanto diventa così grande da arrivare a misurare ben 30 cm di larghezza. Il suo nome deriva per l’appunto dalle tonalità del colore delle ali, che assomigliano per l’appunto a quelle del cobra; per tale motivo in Cina viene chiamata anche “falena dalla testa di serpente”.

Si sa che le farfalle hanno una vita breve ed una curiosità di questa farfalla è che non passa il suo poco tempo a mangiare ma lo impiega in una assidua attività sessuale che può durare anche un’intera giornata; dopo della quale può riuscire a depositare fino a 200 uova.

Farfalla Cobra

2. Punteruolo del Perù

Tra gli insetti più rari e stravaganti al mondo troviamo il Punteruolo del Perù, il nome scientifico è Rhinastus latesternus, ma non esistono molte informazioni a riguardo. Sembra vivere nella zona amazzonica e la sua particolarità è il naso , chiamato “rostro” che sembra una proboscide.

Sulla parte finale del suo naso c’è la bocca che serve a loro per nutrirsi di foglie e radici, oltre a qualche frutto. Il punteruolo del Perù f a parte della famiglia dei coleotteri, ma non è il solo insetto ad avere il naso lungo in modo spropositato,; infatti esistono 60 mila diverse specie di animali “nasoni”.

Punteruolo del Perù

3. Copiphora

È una robusta cavalletta verde con un corno, chiamata Copiphora, un animale tra i più stravaganti del pianeta. Arriva dall’Amazzonia e sono 26 le categorie che raccolgono circa 4000 specie le cavallette Copihora. Fa parte della grande famiglia di catididi all’interno della quale appartiene alla sottofamiglia di katydid Copiphorinae.

Solo al tramonto è possibile sentire il canto della Copifhora femmina, in quanto risponde ai copiphora maschi emettendo una specie di suono acuto. Si cibano di foglie, fiori e frutti, come molte categorie di insetti.

Copiphora

4. Threeopper

Un tra i più bizzarri e rari insetti della terra è il Threeopper che fa parte di uno dei più grandi famiglie di insetti che è la Membracidae, facente parte dell’ordine dei Rincoti Omotteri. Sono di dimensioni molto piccole, infatti misurano pochi millimetri.

Potrebbero sembrare delle formiche e la loro stranezza sta nel fatto che sopra al capo hanno dei cornetti con delle “sfere”, che si trovano tutte alla stessa altezza. Le zampe posteriori le utilizzano anche per saltare e le ali sono trasparenti; al centro di ogni ala si nota una venatura che divide l’ala in due sezioni.

Il torace dei Membracidae si sviluppa in tanti modi diversi da dar origine a forme molto particolari e singolari, tanto che molti naturalisti stanno ancor oggi studiando questa stravagante specie di insetto, che proviene dal Brasile.

Threeopper

5. La mantide orchidea

Finalmente ne troviamo uno che è definito uno degli insetti più belli del mondo ed è la mantide orchidea (Hymenopus coronatus) che si trova nella Malesia, a sud-est dell’Asia. La particolarità di queste mantidi floreali è che ha lo stesso colore dei fiori di quella zona, quindi si mimetizzano perfettamente, risultando irriconoscibili.

Tra questa tipologia di mantide esiste un grande caovvero la femmina può essere grande quasi il doppio del maschio; in effetti la femmina riesce, prima ancora dello sviluppo definitivo, a catturare insetti più grandi di lei, come ad esempio le farfalle.

La mantide orchidea, essendo una specie carnivora, ci nutre di insetti come i grilli, le mosche. scarafaggi, moscerini e di api.

Mantide Orchidea

6. Insetto stecco

Anche il Bacillus rossius si piazza tra gli insetti più inconsueti del pianeta. Noto con il nome di Insetto Stecco, proprio per la sua forma sottile che, appoggiato su una foglia o sul albero, si può scambiare per un ramoscello dalla lunghezza, solitamente, che varia da 11 a 15 cm.

È dell’ordine dei Fasmoidei, che dal greco phasma significa insetti fantasma. Si possono trovare in Spagna, in Francia e qualcuno anche in Italia. Sono di colore tra il verde ed il marrone e per questo motivo si confonde con la vegetazione.

Si cibano di foglie di alberi come il melo, il faggio, il lampone, il nocciolo. Esistono 8 sottospecie differenti. Amano molto ambienti umidi con temperature intorno ai 25°C. Un esemplare di Insetto Stecco più grande al mondo è stato rinvenuto in Malesia con una lunghezza di oltre 62 cm.

Insetto Stecco

7. Coleottero giraffa

Uno tra gli insetti più rari e straniti è Il curculionide giraffa (Trachelophorus giraffa) che fa parte della famiglia dei coleotteri e provengono dal Madagascar. Il suo nome deriva dal fatto che possiede un collo lungo, caratteristica della giraffa.

Anche questo insetto è caratterizzato da dimorfismo sessuale, in quanto il collo del maschio è 2/3 volte più lungo rispetto a quello della femmina e arrivano a misurare circa 2.5 cm. Il collo così lungo aiuta questi coleotteri giraffa a costruire il nido; inoltre lo usano per difendersi.

Fanno parte della famiglia delle Attelabidae e per riprodursi, il coleottero femmina aspetta la vittoria della battaglia tra i coleotteri maschi; si accoppia con il coleottero maschio vincente, arrotola poi una foglia e all’interno vi depone l’uovo.

Coleottero giraffa

8. Formica panda

Tra gli insetti più originali dell’emisfero terrestre troviamo la formica panda, conosciuta anche come formica di velluto, perchè sul corpo hanno una fitta peluria. Appartiene alla famiglia dei Mutillidi che sono imenotteri vespoidei.

Le formiche panda vivono in Cile e Argentina, sono di colore bianco e nero, da dove deriva il nome; arrivano ad una lunghezza di 8 mm. ed un’altezza di 3 mm. Bisogna prestare attenzione a questo piccolo essere in quanto una puntura della formica femmina può essere mortale; infatti è stata rinominata “killer di mucche“.

I maschi di formiche panda sono dotati di pungiglione non velenoso. La puntura mortale delle femmine non è dovuta al liquido velenoso ma al dolore estremo che causa il pungiglione. Hanno comunque timore del contatto umano. Per alimentarsi, si nutrono di nettare di cui ne fanno provviste dopo il tramonto.

Formica panda

9. Grillotalpa

Uno stranissimo insetto della terra è il Grillotalpa (Gryllotalpa gryllotalpa) appartenente alla famiglia dei Grillotalpidi. La sua forma alquanto anomala e il colore rossastro, non viene mai confuso tra gli ortotteri del suo ordine.

Ha una lunghezza di 5 cm. e si possono notare le zampe particolari zampe anteriori che il Grillotalpa usa per scavare. È capace di volare e possiede le ali anteriori più corte di quelle posteriori. Questo animaletto è anche provvisto di un apparato di stridulazione, cioè emette dei suoni sfregando alcune parti del corpo.

Si può trovare in una parte dell’Europa, in Africa settentrionale ed Asia occidentale. Il grillotalpa è pericoloso per la coltivazione in quanto oltre a mangiare le piante, scava anche delle piccole gallerie nel terreno creandone il disseccamento. Inoltre sembra sia l’insetto più dannoso per i manti erbosi come prati, campi da golf e simili.

Grillotalpa

10. Scarabeo tartaruga d’oro

Sembra quasi incredibile da credere ma esiste anche l’insetto più bello del mondo chiamato “Scarabeo Tartaruga d’oro“. Questa bestiolina chiamata Charidotella sexpunctata assomiglia ad una grande coccinella arancione e nera che arriva ad una grandezza di 5–7.

In primavera però, per motivi anche non del tutti chiari, il suo corpo diventa più trasparente e si colore di una luce luccicante che sembra brillare; ecco da dove deriva il suo nome e qualcuno lo definisce il Re degli insetti.

Questa piccola creatura fa parte dell’ordine dei coleotteri e si può trovare negli Stati Uniti. È un insetto tranquillo che non causa nessun da problema. La sua particolarità dell’affascinante colore oro regale va persa nel momento in cui muore.

Scarabeo tartaruga d’oro

Curiosità sugli insetti

  • Gli insetti sono gli animali più numerosi della terra: infatti rappresentano oltre il 70%.
  • A differenza di altre specie di animali, gli insetti hanno 3 paia di zampe e due paia di antenne.
  • Anche se di piccole dimensioni, sono formati da 3 parti: testa, torace e addome.
  • Gli insetti sono esseri proteici e digeribili
  • Le innocue coccinelle sono animali predatori.
  • Gli insetti sanno camminare, saltare e volare.
  • Le farfalle hanno le “palpebre gustative” sotto ai piedi.
  • Le api risultano essere tra gli insetti più intelligenti
  • I coleotteri per difendersi, fanno uscire dalla pancia delle sostanze chimiche.
  • I grilli odono i rumori attraverso le zampe.
  • La farfalla più macabra è la Sfinge testa di morto.
  • Esiste anche il ragno Theridion grallator , conosciuto come il ragno dalla faccia sorridente
  • Un curioso insetto che vive nell’Artico è un bruco che assomiglia ad un piumino per spolverare, chiamato Bruco Lanoso.

Esistono tantissimi altri insetti insoliti e rari al mondo, e anche i più stravaganti e bizzarri hanno un proprio significato ed equilibrio in questa terra.

Tu conosci qualche insetto tra i più strani e rari del pianeta? Lascia un tuo commento.

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle per votare!

Media voto 5 / 5. Voti: 6

Lascia un commento

La tua email non verrà resa pubblica.

Questo sito Web utilizza strumenti proprietari di terze parti che memorizzano file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie vengono usati per consentire il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno gli altri. Accettando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore e contribuisci alla sopravvivenza del sito! Cookie policy

TI STAI PERDENDO CONTENUTI DA TERZE PARTI COME GOOGLE E YOUTUBE A CAUSA DELLE TUE PREFERENZE SUI COOKIE!
Aiutaci a far sopravvivere il sito e mantenerlo gratuito per sempre! Clicca il seguente link per modificare le tue:
>>PREFERENZE COOKIE<<