Curarsi con l’ipnosi – cos’è e a cosa serve

1

Sono moltissimi i metodi di cura e le terapie alle quali si ricorre per curarsi e tra queste c’è anche l’ipnosi, quindi andiamo a vedere come si fa a curarsi con l’ipnosi, che cos’è e a cosa serve l’ipnositerapia.

Si tratta di mettere una persona in uno stato di “rilassamento estremo” che la estrania dal mondo e la mette in collegamento con il proprio subconscio; infatti, curarsi tramite ipnosi, significa agire molto sull’aspetto psicologico/mentale.

Che cos’è l’ipnosi

Prima di vedere come funziona , andiamo un momento a capire che cos’è l’Ipnosi. Si tratta di un fenomeno che assomiglia al sonno, ma va a toccare in modo più profondo lo stato di coscienza, tanto da portare l’individuo in uno stato di massima concentrazione interiore.

L’ipnosi è stata riconosciuta dall’American Medical Association come metodo legittimo di cura in medicina e in odontoiatria.

Sembra che i primi tentativi di “toccare la mente umana” risalga al circa 3000 anni fa. Mentre il primo a considerare l’ipnosi in modo scientifico-naturalistico fu il medico tedesco Franz Anton Mesmer nel 1772.

Il nome di questa terapia deriva dalla parola greca “hypnos” che significa sonno e ci sono varie forme di Ipnosi:

  1. Ipnosi metaforica: tramite delle metafore si arriva a toccare la parte più profonda dell’inconscio
  2. Ipnosi regressiva: metodo di cura non scientifico, utilizzato per portare alla luce fatti del passato, anche lontani
  3. Autoipnosi: può essere effettuata su sé stessi tramite voci registrate di medici preposti.
  4. Ipnosi extraclinica: effettuata per aumentare le potenzialità nello studio o discipline sportive.

Curarsi con l’ipnosi a che cosa serve

Siccome sono molte le funzioni dell’ipnositerapia, andiamo a scoprire meglio come curarsi con l’ipnosi, cos’è questo metodo di cura ipnotico e un po’ più nel dettaglio a cosa serve di preciso l’ipnosi nel settore terapeutico.

Sembra che la tecnica dell’Ipnosi, cioè di entrare nella parte più nascosta dell’essere umano, sia in grado di risolvere o alleviare molte problematiche. Vediamo cosa cura l’ipnosi, citando alcuni esempi di diversi dolori e patologie:

  • Ansia: può ridurre il costante stato di agitazione che può provare una persona davanti alle varie situazioni
  • Stress: l’ipnosi lavora sull’idea, creata dall’individuo, che forza la sua coscienza a tal punto non riuscire a respingerla e quindi crea uno stress.
  • Problemi alimentari: aiuta chi soffre di disturbi alimentari come la bulimia o l’anoressia
  • Fobie: è utile in quanto interviene modificando alcuni processi mentali, insiti nella persona, che si manifestano con paure o attacchi di panico.
  • Dipendenza dal fumo o altro: essendo la dipendenza un’abitudine gestita dal subconscio, con l’ipnosi è possibile liberarsene.
  • Dolori fisici di origine psicologica: con un adeguato processo scientifico si può riuscire a sopportare il dolore con maggior facilità

Da chi e dove si può fare l’ipnosi?

Non è semplice eseguire la tecnica ipnotica, quindi è meglio rivolgersi ad un medico o ad una persona esperta in questo campo, in grado di dare le giuste indicazioni e consigli adeguati per una buona e sicura riuscita.

Siccome l’individuo, sottoposto ad ipnosi, deve affrontare uno stato di trance per poi essere risvegliato, prima di procedere a fare cose non corrette bisogna informarsi bene, meglio appunto se seguiti da un medico.

Inoltre, ad aiutare il buon esito della terapia ipnotica, il tutto deve avvenire in un ambiente adeguato dove ci sia una specifica temperatura che non superi i 20°C, una determinata quantità di luce, non troppo forte e una stanza dalle pareti di colori prestabiliti.

In pratica, prima di procedere con questa tecnica, consultare un medico e terapeuti specializzati nel settore.

TI STAI PERDENDO CONTENUTI DA TERZE PARTI COME GOOGLE E YOUTUBE A CAUSA DELLE TUE PREFERENZE SUI COOKIE!
Aiutaci a far sopravvivere il sito e mantenerlo gratuito per sempre! Clicca il seguente link per modificare le tue:
>>PREFERENZE COOKIE<<

Controindicazioni per l’ipnosi

Naturalmente esistono anche delle controindicazioni per l’ipnosi e quindi non tutti possono essere sottomessi a questo tipo di trattamento; in special modo:

  • chi soffre di malattie cardiache
  • chi ha problemi di tiroide
  • se si ha qualche squilibrio mentale
  • chi non ha superato la fase dell’adolescenza
  • chi ha problemi di ipertensione

Concludo dicendo, che curarsi con l’ipnosi serve ad aiutare molti problemi di salute, l’importante è seguire la terapia nel modo corretto ponendo attenzione ai consigli che i specialisti prescrivono.

Tu hai mai sperimentato una tecnica di terapia ipnotica o conosci altre informazioni in merito? Lascia un commento.


Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle per votare!

Media voto 4.6 / 5. Voti: 8

  • Effettivamente per smettere di fumare può essere una buona idea

    Rispondi
Lascia un commento

La tua email non verrà resa pubblica.

Questo sito Web utilizza strumenti proprietari di terze parti che memorizzano file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie vengono usati per consentire il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno gli altri. Accettando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore e contribuisci alla sopravvivenza del sito! Cookie policy

TI STAI PERDENDO CONTENUTI DA TERZE PARTI COME GOOGLE E YOUTUBE A CAUSA DELLE TUE PREFERENZE SUI COOKIE!
Aiutaci a far sopravvivere il sito e mantenerlo gratuito per sempre! Clicca il seguente link per modificare le tue:
>>PREFERENZE COOKIE<<