Come fare la barca di San Pietro – tradizione e storia

Un bellissimo ricordo che custodisco fin da quand’ero ragazzina è che, all’avvicinarsi della festività di San Pietro e Paolo che decade il 29 giugno, i miei genitori si preoccupavano di come fare la barca di San Pietro, tradizione tramandata dai miei nonni e bisnonni.

Cos’è la barca di San Pietro

Essendo un’usanza seguita soprattutto nel Nord Italia e in qualche zona del Centro Italia, non tutti sanno cos’è la barca di San Pietro.

Conosciuta anche con il nome di “veliero di San Pietro”, si tratta di una barca fatta con l’albume dell’uovo, che dovrebbe formarsi dentro ad un recipiente di vetro nella notte tra il 28 e il 29 giugno, proprio per rendere onore al Santo. 

Perchè si fa la barca di San Pietro

Molte tradizioni di vario genere venivano fatte fin dai tempi antichi e molte delle quali erano dedicate ai frutti della terra.

Molti si chiederanno perchè si fa la barca di San Pietro? Veniva e viene fatta come segno di buon auspicio per il raccolto o come augurio di buona fortuna per il proprio destino e per il proprio futuro.

Come si fa la barca di San Pietro

Per iniziare, è importante capire come si fa barca di San Pietro. Sembra una cosa tanto semplice e banale ma se non ci sono le giuste condizioni non si riesce ad ottenere un buon risultato. Bastano poche cose e una dose di ottimismo.

Come si prepara la barca di San Pietro

Per preparare la barca di San Pietro è necessario avere:

  • un uovo
  • un recipiente di vetro trasparente, possibilmente con la parte bassa tondeggiante (bottiglia, damigiana senza paglia esterna, vaso di vetro, una caraffa)
  • acqua di rubinetto

Procedura di come fare la barca di San Pietro

Sono poche le regole da seguire per la preparazione della barca di San Pietro, ma sono essenziali per una buona riuscita:

  1. Riempire il contenitore in vetro di acqua, poco più della metà
  2. prendere l’uovo, separare l’albume dal tuorlo e versare SOLO l’albume dentro al recipiente, molto delicatamente
  3. L’albume si posizionerà verso il fondo ma una parte può staccarsi e salire o formare dei filamenti; non preoccupatevi, è una reazione fisica che poi ne vedremo il motivo
  4. Non toccare per nessun motivo il contenuto nel recipiente, né l’acqua né l’albume; il liquido all’interno deve restare inalterato
  5. Mettere il contenitore in giardino o su di un davanzale o all’aria aperta, facendo attenzione a non muovere troppo l’acqua e posizionarlo, se possibile, sotto ad un albero o pianta in modo che sia lievemente riparato, ma non del tutto, in quanto deve stare esposto all’umidità o brina della notte
  6. Lasciare riposare il composto senza toccare nulla fino a poco più dell’alba del mattino seguente

Che aspetto ha barca di San Pietro

Sicuramente si resterà con la curiosità di vedere che aspetto avrà la barca di San Pietro quando all’indomani mattina andremo a controllare.

Non sempre la forma della barca di San Pietro è ben delineata, spesso ci vuole un po’ di fantasia per riuscire a vederne la giusta sagoma, in quanto possono apparire “strani disegni” che richiedono un po’ di interpretazione.

Se il risultato esce bene si dovrebbe vedere la forma di un veliero con le sue vele che, a seconda se sono aperte o chiuse, hanno un diverso significato in base alle credenze popolari. Il folklore dice che le vele sono formate dal soffio di San Pietro: se appaiono aperte è segno positivo se invece sembrano diritte o chiuse hanno un significato negativo o poco fortunato.

Spiegazione fisica di come si forma la barca di San Pietro

Credo che quando si senta parlare di creare la figura di una barca con dell’acqua ed un albume d’uovo si rimanga sempre un po’ sorpresi, ma esiste anche una spiegazione fisica di come si forma la barca di San Pietro.

Il fatto dell’albume che si posa nel fondo fa attivare alcuni criteri fisici come, ad esempio, la dinamica dei fluidi, il concetto di adesione, le leggi di gravità che determinano la possibilità di galleggiare.

Influisce molto anche l’escursione termica, in quanto la variazione di temperatura va a determinare la densità dell’albume aumentandola; per questo motivo l’albume scende sulla base del recipiente.

Altra cosa importante è il posto dove viene posizionato il contenitore dato che, per esempio, la temperatura della terra è diversa da quella di un davanzale. Infatti, in base al calore del suolo che si ha a disposizione, le molecole dell’acqua salgono verso l’alto creando forme più o meno dense e solide.

Una buona raccomandazione è di andare a prelevare il vaso nelle prime ore del mattino in quanto il primo sole scalda sensibilmente l’acqua riducendo la densità e questo processo fa “innalzare “le vele. 

Leggende sulla barca di San Pietro

La venerazione per i santi è una cosa che risale al periodo del Medioevo e dato che Pietro era un pescatore, esistono varie leggende sulla barca di San Pietro. Ne cito alcune:

  • La leggenda più nota racconta che San Pietro, patrono di Roma e apostolo conosciuto ai tempi di Gesù, voleva ricreare l’immagine della sua stessa barca di quando era pescatore; così discese dal cielo e venne sulla terra per soffiare dentro ad alcune anfore piene d’acqua con il desiderio che il suo soffio formasse la forma della sua imbarcazione.
  • Altra leggenda dice che il giorno 29 giugno, data della festa di San Pietro, il diavolo promise alla madre di Pietro che farà arrivare un grande temporale perché vuole uscire dall’inferno proprio per l’occasione di questa festività; sta di fatto che in questa notte nessun pescatore esce con la barca per timore delle intemperie.
  • Varie leggende vedono la mamma del Santo propensa a fare opere buone per la terra, ed una di esse narra proprio che la madre di San Pietro cerca di proteggere i raccolti dalla siccità del caldo estivo e cerca di far cadere la pioggia per bagnare la terra secca.

 Anche se sembra che ci sia una spiegazione logica per creare la barca di San Pietro, il mistero e la magia di questa tradizione ha catturato l’attenzione di adulti e bambini per la sua particolarità semplice ma curiosa.

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle per votare!

Media voto 5 / 5. Voti: 6

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Youfriend.it è un social network italiano attivo dal 2007 sviluppatosi nell’arco degli anni offrendo servizi gratuiti alla community. Una volta registrati potrete gestire il profilo, aggiornare lo stato, partecipare alle diverse attivita come: scrivere articoli, chat gratis, forum e creare o unirti a gruppi d’interesse per conoscere ragazze e ragazzi da tutta Italia e fare nuove amicizie.

Cresciamo insieme

Il network di youfriend è Gratis al 100%. Supportaci con un caffè!

Questo sito Web utilizza strumenti proprietari di terze parti che memorizzano file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie vengono usati per consentire il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno gli altri. Accettando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore e contribuisci alla sopravvivenza del sito! Cookie policy