Come fare approvare un sito web al programma di Google AdSense

👁 107 letture
0

Sei giunto fin qui probabilmente frustrato dall’ennesimo rifiuto da parte di Google e vorresti sapere come fare approvare il tuo sito da AdSense. In questo articolo, vedremo insieme come ottenere maggiori possibilità di successo, andando a rimediare e modificare quegli aspetti che non sono consoni al regolamento.

Prima di iniziare, è bene premettere che negli ultimi tempi il programma ha cambiato i suoi requisiti di idoneità. Per ottenere l’accesso al “circolo del guadagno online” tramite annunci, la strada da percorre sarà molto più ardua e complessa rispetto al passato.

Questo cambiamento è stato probabilmente determinato dal fatto che ad oggi tutti possono avere un sito web o blog con molta facilità, mentre un tempo era richiesta una certa capacità e dei veri professionisti.

Adesso ci sono centinaia di servizi che offrono la possibilità di creare un blog in pochi passaggi e in modo gratuito, questo ha fatto si che aumentassero gli argomenti e temi trattati in modo più che esaustivo da molteplici persone, costringendo Google a rivedere i propri termini.

Pertanto, questa situazione ha prodotto un incremento considerevole di richieste d’aiuto sulla community di Google e, come Product Expert di Google, posso confermarvi che le discussioni riguardanti il come farsi accettare il sito web al programma Adsense sono difatti aumentate.

Purtroppo, diversa utenza si è lamentata di questo cambiamento, soffermandosi sul fatto che milioni di siti – già approvati in passato -, attualmente non sarebbero neanche lontanamente idonei al programma, e ciò non renderebbe giustizia a chi arriva dopo.

Alcuni webmaster non si capacitano del rifiuto verso i loro domini, benché siano costruiti con più cura e innovazione di altri precedentemente approvati (come dargli torto).

Ma ahimè, questa è la realtà odierna. Comprendo benissimo la passione e impegno che ci si mette nel fondare un portale web e quanto può essere avvilente vedersi rifiutare più volte, ma bisogna farsene una ragione, rimboccarsi le maniche e adeguare i propri siti al regolamento attuale.

Andiamo a vedere quali sono le maggiori cause per le quali Google scarta un sito web al giorno d’oggi e come poter rimediare per farsi approvare.

Perché il mio sito web non viene approvato da Google AdSense?

Al 99% la situazione riguarda una violazione delle norme per i contenuti. Di seguito riporto uno dei messaggi più comuni che viene inviato tramite e-mail o raggiungibile nel centro norme:


Il tuo sito presenta alcune violazioni delle norme, pertanto non è ancora pronto per la pubblicazione degli annunci.

  1. Contenuti di scarso valore.
    Il tuo sito non soddisfa ancora i criteri di utilizzo nella rete dei publisher Google. Per ulteriori informazioni, consulta le seguenti risorse:

Come è possibile osservare dalla sopracitata notifica, i nuovi criteri d’idoneità richiesti riguardano perlopiù i contenuti. AdSense, ad oggi, punta molto alla qualità di un sitoweb, all’originalità dei suoi contenuti e che gli stessi, in ogni pagina, raggiungano un numero adeguato di testo per contenere le unità pubblicitarie.

Detto questo, come posso rimediare per farmi approvare da Adsense?

Come fare approvare un sito al programma di Google AdSense

Le basi fondamentali per un sito web di qualità

La qualità di un sito web, non si esprime solamente in base alla sua funzione, ma anche alla struttura, grafica e altri aspetti da non sottovalutare. Come deve essere un sito web per essere approvato da Google AdSense?

  1. Tra i requisiti per farsi approvare dal programma Adsense c’è quello di mettere in regola il proprio sito alle normative dei GDPR tutelando i visitatori. Sarà fondamentale quindi possedere delle pagine per la privacy e cookie annesse ad un Banner per il consenso dei Cookie
  2. Non ci devono essere contenuti legali o link che condividono materiale illecito e che violi la legge e copyright
  3. Dovrebbe essere abbastanza veloce da non far attenere troppo gli utenti durante il caricamento delle pagine
  4. Il sitoweb non deve presentare una percentuale elevata di traffico non valido. Un sito che tiene sotto controllo questo aspetto avrà migliori possibilità.
  5. La struttura, menu e link dovrebbero facilitare l’utente a navigare fra i contenuti del sito
  6. Le sue pagine dovrebbero essere indicizzate e presenti sui motori di ricerca. É importante quindi inserire una sitemap e utilizzare Google Search Console
  7. I siti appena nati e con pochi articoli/pagine, difficilmente verranno accettati. Bisogna dimostrare costanza e impegno nel tempo. Consiglio in questo caso di non inviare la richiesta prima di 6 mesi e con meno di 50 articoli attivi.
  8. Contenuti copiati da altri siti o ripetitivi nelle pagine, potrebbero compromettere l’approvazione

Contenuti e originalità

Questo è uno dei temi più trattati nella community. Nei vari thred si accenna sempre ad una possibile causa di originalità di contenuti, che non è riferita solamente allo scrivere di argomenti nuovi e mai stati trattati, come erroneamente molti pensano.

Ovviamente, temi mai trattati, darebbero una marcia in più al tuo sito, ma per essere approvati nel programma AdSense bisogna più che altro creare degli articoli che diano un valore aggiunto a ciò che già esiste su Google. In che senso ti domanderai?

Prendiamo ad esempio un articolo che riguarda la seconda guerra mondiale, nel quale avrai descritto: quando è accaduta, chi l’ha combattuta e cosa è successo. Questo è uno dei casi in cui Google non prenderà in considerazione il tuo sito, poiché il tipo di articolo è già presente in migliaia di altri, conosciuto a tutti e reperibile su altrettanti libri di storia.

Se invece aggiungessi una tua opinione personale e dettagli in merito ad alcuni fatti: delle ricerche, citazioni, foto originali, aneddoti interessanti che difficilmente si trovano in altri siti web, allora le cose avrebbero tutto un altro peso.

Per quanto riguarda invece la quantità di testo indispensabile, è consigliato un minimo di 300/400 parole per pagina. Ed ecco perché i nuovi portali “Aggregatori di feeds” avranno scarse possibilità di essere accettati oggigiorno.

Conclusione

Abbiamo visto in linea generale come si comporta Google e quali sono le possibili cause del rifiuto in base alle odierne disposizioni. Adesso avrai sicuramente una buona infarinatura per poter modificare il tuo sito web e avere più chance per farsi approvare nel programma AdSense.

E tu? Hai già ottenuto l’approvazione dal programma AdSense? Lascia un commento con la tua esperienza o suggerimenti e soluzioni in merito!

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle per votare!

Media voto 5 / 5. Voti: 1

Grazie per aver votato...

Seguici sui social!

Lascia un commento

La tua email non verrà resa pubblica.