Chi era Robin Hood, la vera storia tra realtà e leggenda

0

Molti sono i personaggi leggendari del passato ed oggi inizierò una nuova serie di articoli che comprenderà proprio quest’ultimi, partendo da Robin Hood, chi era, la vera storia tra realtà e leggenda. Si trattava di un ladro arciere, eroe della foresta, conosciuto come colui che rubava ai ricchi per donare ai poveri.

Uno degli errori comune a tutti è pensare che Robin Hood sia esistito davvero, ma non vi sono fonti certe. Così la figura del personaggio si descrive con una parte storica e una leggendaria.

Quindi, come capita anche per altri miti leggendari, tutto si svolge tra fantasia e mistero. Ma ora scopriamo cosa racconta la leggenda Robin Hood e come si è inserito nella cultura popolare, diventando un mito.

Se vi piace potete leggere anche l’articolo circa “La vera storia di Re Artù, tra leggende e misteri“, cliccando direttamente sul link.

Chi era Robin Hood

Prima di conoscere le sue avventure eroiche andiamo a capire chi era veramente Robin Hood. Qualche fonte afferma che si tratti di un uomo Sassone che viveva nella foresta e che fosse diventato il padrone di quel luogo, cosa mai accertata.

Secondo le leggende si tratta di un ladro che aveva a cuore la precarietà dei poveri e voleva aiutarli. Mettendo in pratica una sua idea di giustizia personale, iniziò a derubare ricchi cittadini per poi dare il bottino a chi era nella povertà.

Andando quindi contro la legge e le autorità, si avventurava ad assolvere i suoi impegni di “ladro generoso e gentile” verso i poveri con l’uso dell’arco; infatti la sua dote di abilissimo arciere gli era utile per adempiere ai suoi obiettivi senza farsi catturare.

Statua di Robin Hood nel castello di Nottingham

La vera storia di Robin Hood

È difficile collegare la vera storia di Robin Hood con la parte leggendaria ma iniziamo a capire chi è questa figura dell’eroe fuorilegge e tutte le informazioni relative alle avventure del ladro con l’arco.

L’origine di Robin Hood

Riferimenti storici dicono che Robin Hood sia originario della contea dello Yorkshire (Inghilterra), nato nel paese di Loxley. Altra ipotesi lo ritiene nativo del paese di Wakefield, sempre nello Yorkshire.

Secondo la storia popolare invece viene collegato alla foresta di Sherwood, che si trova contea di Nottinghamshire. Questa foresta è il luogo dove si trovano grandi querce, tra cui una legata alla leggenda di Robin Hood, nominata la “Major Oak“, simbolo delle ballate e del folklore locale.

Da dove nasce il personaggio di Robin Hood

Il mito di Robin Hood ebbe inizio con un collegamento al suo nome, interpretando che il nome “Robin” si riferisse a “Robert”, quindi il nome da cui partire sarebbe stato “Robert Hood”. L’abbinamento con la foresta deriva dal fatto che il cognome “Hood” è assomigliante a “Wood” che significa “legno“.

Questa ipotesi deriva dal fatto che un certo Robert Hood, nato a Wakefield nel 1290, esisteva davvero a quell’epoca e sarebbe stato il figlio di un boscaiolo di nome Adam e di una donna chiamata Matilda.

Quando si tratta di personaggi delle leggende tutto risulta dubbio, quindi ipoteticamente si dice che Robin Hood nacque nel XIII secolo, tra il 1285 e 1295. In base ad altre fonti invece sembra che la sua nascita risalga al secolo precedente, intorno al 1160.

Questa seconda teoria è stata presa in considerazione in quanto si presume che Robin Hood sia morto all’età di 87 anni, nel mese di novembre o di dicembre del 1247. La storia di Robin Hood, quindi, non ha certezze.

In quali personaggi fu identificato Robin Hood

  • Conte di Huntingdon Robert Fitz Ooth (1160-1247)
  • Fuorilegge Robert De Kyme (1210-1285)
  • Robert Hood, figlio di un guardiaboschi (1290-1347)
  • Robert Foliot (forse un vescovo medievale) (1110-1165)
  • Il rapinatore Robert Hod risalente al 1226
  • Servitore di un abate Robert Hod, vissuto nel 1256
  • Arciere nell’isola di Wight, Robert Hod
  • Bandito violento Roger Godberg del 1260 circa.
  • Capo di una resistenza William of Kens nei primi anni del 1200

Le prime testimonianze su Robin Hood

I primi rintracciamenti scritti che parlano di Robin Hood risalgono al 1377 e sono stati scritti nel poema “Piers Plowman“; dopo circa 30 anni altri riferimenti e, successivamente, si sono trovate tracce in un manoscritto del 1410 ad oggi custodito nella storica cattedrale “Cathedral Church of the Blessed Virgin Mary ” di Lincoln.

Il capolavoro letterario completo ancora disponibile s’intitola “Le gesta di Robin Hood“. È stato scritto nel 1510 ma nel corso del tempo è stato più volte modificato, fino ad arrivare alla conosciuta “leggenda di Robin Hood“, il ladro altruista.

La storia leggendaria di Robin Hood

In pratica dato che testimonianze del tutto certe non si sono trovate, andiamo a conoscere la storia leggendaria di Robin Hood le cui avventure sembra si siano svolte tra il XII e XIII secolo, anche se qualche scritto potrebbe risalire già al XI secolo.

In quel periodo regnava il re Giovanni d’Inghilterra, il quale aveva un modo imponente e gravoso nella gestione fiscale di tutto il popolo, ponendo severe leggi anche agli abitanti delle foreste. Qui ebbe inizio la leggenda di Robin Hood.

Nacque la figura del generoso eroe, che si spostava dalla foresta di Sherwood e quella di Barnsdale. Rubava i beni ai ricchi e ai nobili per dividerli poi tra i poveri, e queste azioni venivano fatte senza alcuna violenza nei confronti di nessuno.

Aveva anche un compagno di avventura, che era un frate e si chiamava Fra Tuck e un amico fedele chiamato Little John. Robin Hood protestava i re presenti in quel momento ma stimava e difendeva il re conosciuto come Riccardo cuore di Leone, che in quel periodo era lontano per una missione con le Crociate.

La dura legge vigente, imposta anche dallo sceriffo di Nottingham, portò alla precarietà molte persone, la difficoltà di vita si fece sempre più critica e iniziò il brigantaggio, che in poco tempo divenne molto diffuso. Era divenuta quasi una normalità agire in questo modo.

Molti ladri, infatti, imitavano il comportamento dell’eroe fuorilegge e si facevano addirittura soprannominare “Robin “Hood” per il fatto di dover rubare al fine di poter vivere e avere il minimo necessario.

Come si vestiva Robin Hood?

Robin Hood indossava sempre una calzamaglia, sopra alla quale metteva un giubbetto verde o marrone; in testa aveva un berretto con una piuma e sul viso si faceva crescere la barba a forma di pizzetto.

Quando e come muore Robin Hood?

Come per la nascita, anche la morte di Robin Hood è avvolta dal mistero, ma si presume che sia morto all’età di 87 anni, nel mese di novembre o di dicembre del 1247. Fu vittima di un’imboscata da parte delle autorità.

Sembra che la buona riuscita del tranello sia dovuta al tradimento di un parente che ha collaborato con gli uomini di potere, i quali lo hanno sorpreso colpendolo con una freccia. Quasi in fin di vita chiese aiuto al suo amico fidato Little John.

Come ringraziamento verso l’amico, Robin volle lasciargli il comando della sua banda, ma questi rifiutò. Allora Robin chiede il favore che il suo corpo venisse seppellito in un posto preciso, ovvero il punto colpito dall’ultima freccia che partì dal suo arco.

Dove si trova la tomba di Robin Hood?

Fu così che fu costruita una tomba nel punto preciso dove quella freccia toccò il suolo e tale affermazione è incisa sopra alla lapide stessa, con indicazione anche della data della sua morte.

La tomba è posta poco lontano dalla sua ipotetica camera mortuaria e si trova nel monastero di Kirklees. Da fonti storiche sembra che la madre superiora di quel monastero fosse una parente di Robin che si prese cura di lui fino alla fine.

I personaggi della leggenda di Robin Hood

  • Little John, il cui nome era John Nylor: amico fedele fino alla morte
  • Lady Marian: la consorte di Robin Hood
  • Frate Tuck: compagno di avventura di Robin
  • Re Riccardo cuor di Leone: re d’Inghilterra in missione in Terra Santa
  • Re Giovanni d’Inghilterra: re di quell’epoca
  • Sceriffo di Nottingham: rappresentante della legge

Robin Hood nella cinematografia

Sono molti i film in cui appare il personaggio di Robin Hood, tra cui parecchi anche in cartoni animati. Ne cito alcuni:

  • Film muto del 1908 dal titolo “Robin Hood and His Mary Men“: fu la prima apparizione televisiva.
  • Robin Hood, film del 1922 che ebbe il maggior successo tra tutti i film di quell’anno.
  • La leggenda di Robin Hood, del 1938 prodotto in USA. Premiato con 3 premi oscar.
  • L’arciere di fuoco, film del 1971 con l’attore Giuliano Gemma
  • Robin e Marian, del 1976. Interpretato dai famosi Sean Connery e Audrey Hepburn.
  • Robin Hood – Principe dei ladri: prodotto in USA nel 1991, con Kevin Costner
  • Robin Hood, film del 2010 interpretato da Russell Crow
  • Altri numerosi film comici e serie tv

Robin Hood nella letteratura

Anche i libri che raccontano la storia di Robin Hood sono molti, soprattutto fumetti. Ne nomino alcuni:

  • Robin Hood – il principe dei ladri: edizione italiana del 2010, romanzo storico dell’autore Alexandre Dumas.
  • Robin Hood il proscritto: romanzo del 1993 edizione italiana, sempre dell’autore A. Dumas.
  • I racconti di Canterbury: raccolta di 24 libri del 1387-1388 ed in una di essere Robin Hood è il protagonista.
  • Molti fumetti degli anni 60 raccontano le avventure di Robin Hood e dei suoi amici.

Vi è piaciuta la storia e la leggenda di Robin Hood? Se avete altre informazioni, lasciate un commento.

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle per votare!

Media voto 4.9 / 5. Voti: 16

Lascia un commento

La tua email non verrà resa pubblica.

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Ads Blocker Rilevato!

Sembra che tu stia utilizzando un ad blocker. Va bene. Chi non lo fa?

Ma senza entrate pubblicitarie, non possiamo continuare a rendere fantastico questo sito. Sul nostro network non ci sono banner invasivi o fastidiosi da compromettere la navigazione.

Disabilita Adblock su youfriend.it e supporta una navigazione internet per sempre gratuita