📚 Blog

Gli ultimi articoli inviati dagli autori e membri della community, tante categorie e argomenti interessanti da leggere.

Alternative a photoshop: programmi per modificare foto e immagini online 4.5 (4)

Spesso mi è capitato di dover modificare o aggiungere del testo ad un’immagine in modo rapido, in questi casi mi sono sempre affidato al caro Photoshop, la pigrizia però di aprirlo ogni volta e attendere il caricamento, oppure trovandomi in un’altra postazione pc, mi ha messo alla ricerca di un editor online di immagini. In poche parole, stavo cercando un programma per modificare fotografie direttamente su internet senza dover scaricare o installare altri software. Ma andiamo subito a vedere quali programmi simili a photoshop è possibile trovare online. Photoshop Online e Alternative Il più gettonato e alla portata di tutti, vi è già il noto figlio della casa adobe, photoshop online; ma perché soffermarsi ad uno solamente quando potrebbero essercene di altri interessanti? Anche perché al momento sembra possa avviarsi solamente con il Flash, che sta lentamente scomparendo dall’ambiente web. Non pensavo di trovarne così tanti sinceramente, oltre a quello offerto dall’azienda adobe, in particolare mi hanno colpito per efficienza i servizi offerti da altri portali che vi mostrerò qui di seguito. Siti online per modificare fotografie e immagini L’elenco dei programmi seguenti vi permetterà di eseguire modifiche di taglia e cucito, e possono ritenersi delle alternative ad adobe photoshop quando si tratta di lavori poco complessi, essi infatti, hanno una strumentazione molto simile al padre di tutti i programmi di grafiaca; potrete prendere campioni di colore, ritagliare, disegnare, inserire del testo, selezionare e molto altro ancora. Pixlr.com permette di utilizzare una barra strumenti molto simili a quelli di photoshop per utilizzo ed effetti creati, ma oltre all’editor mette a disposizione altri due tipi di programmi online per modificare le proprie immagini con effetti speciali. Un altro programma di editor immagini lo troviamo su photopea.com e anch’esso mostra similitudini nella strumentazione adoperata dal più famoso programma adobe. Onlinephotoshopfree.info invece offre […]

Doll Face (video) – imparare ad amarsi 4 (2)

Doll Face è un Video Animazione del 2006 realizzato da Andrew Thomas Huang, uno studente dell’Università della California del Sud, che ha presentato Doll Face come uno dei suoi progetti di classe, e in poco tempo è divenuto uno dei video più cliccati del web. Il progetto, seppur breve, mi ha colpito profondamente e portato a riflettere sull’importanza del suo significato, tanto da da ritenerlo un piccolo, ma grande lavoro, con una rilevante morale dietro, la quale dovrebbe essere messa in luce maggiormente di questi tempi, specialmente ai più giovani. Nel video vedrete come protagonista una macchina (robot) con volto umano, intenta ad imitare le immagini televisive trasmesse, alla ricerca di un viso soddisfacente senza mai riuscirci. Doll Face Riflessione Il video di Doll face rappresenta il desiderio di raggiungere un’identità che non ci appartiene, a volte mostrata dalla TV, che ci induce a tentare di imitare e avvicinarsi ai suoi mutevoli canoni di bellezza, e quando essi divengono fuori portata, il bisogno di essere accettati spinge a continuare a provare, provare e riprovare. Spesso tutto ciò conduce alla distruzione, rovina della propria vita, quella vita vera che non è dietro lo schermo e alle ideologie mostrate dai media. Secondo voi cosa voleva trasmettere il registra? A voi cosa ha trasmesso il video? Video Doll face – robot che si trucca

Powder – Un incontro straordinario con un altro essere 4 (1)

Tutti siamo parte di tutto anche se molti di noi non vedono al di la’ del loro naso. Premettendo che non è un film adatto a tutti, è un genere drammatico dove Powder lascerà sicuramente il segno nella vostra vita. Un film che consiglio a coloro che stanno vivendo un momento particolare della propria vita, con domande e pensieri che invadono la testa e che Powder, almeno momentaneamente, riuscirà a calmare. Da un’idea semplice a un film geniale, intenso ed emozionante dove l’interpretazione del personaggio principale da parte di Sean Patrick Flanery caratterizza e accentua ancor di più questo movie, definito da molti un “capolavoro“. Riporto un Commento al film che mi ha particolarmente colpito e condivido pienamente: “film struggente, delicato, originale, una carezza d’amore infinita che ti fa capire che non dobbiamo fermarci mai alle apparenze e che ognuno di noi e’ speciale e qualcuno lo è in modo incredibile“ Flyflysacrifice Powder – Un incontro straordinario trama: Morta la madre, un bimbo appena nato, rifiutato dal padre, viene affidato ai nonni. Man mano che il bimbo cresce, i nonni ne curano e favoriscono lo sviluppo fisico e culturale, ma se lo tengono chiuso in una buia cantina della loro casa. Il ragazzo non è solo un albino, calvo e bianco dalla testa a i piedi: è un essere misterioso, dotato di intelligenza e facoltà fuori del normale. Scoperto dalla polizia, arrivata in casa per capire le cause della morte del nonno, il ragazzo viene affidato dallo sceriffo Barnum alle cure di Jessie Caldwell, una giovane psicologa responsabile di un centro per giovani disadattati che tenta di inserirlo nella scuola, in mezzo a coetanei che non riuscendo ad inquadrare il nuovo, enigmatico e inquietante compagno, lo rifiutano. Jessie ed il professor Donald Ripley, che insegna scienza nell’istituto, sono i primi […]

Lifted – Stu – Anche un alieno può sbagliare – Pixar 4 (1)

Lifted (titolo italiano “Anche un alieno può sbagliare”) è un cortometraggio della Pixar diretto da Gary Rydstrom uscito nelle sale con Ratatouille della Pixar (29 giugno 2007). Curiosità da notare riguardo il contadino che sta per essere rapito da un alieno, è la sorprendente somiglianza con il principale protagonista umano di Ratatouille. Se amate i corti animati guardate tutto l’elenco completo dei cortometraggi Pixar. Lifted – Pixar Trama Un giovane alieno, Stu, si trova all’interno di un veicolo spaziale, più comunemente chiamato UFO, alle prese con un esame molto importante. Per superare il compito dovrà rapire un uomo addormentato di nome Ernie, sotto l’occhio vigile del suo esaminatore impassibile, un blob gelatinoso chiamato Mr. B. Secondo voi come andrà a finire? Vi lascio al divertentissimo video. Stu – Anche un alieno può sbagliare Video

Perchè sbadigliamo? A cosa serve sbadigliare? 4 (2)

Molti anni fa, durante il periodo scolastico, mi posi questa domanda: “perché sbadigliamo, a che serve sbadigliare?” ma non ebbi una risposta concreta, ed ecco che oggi sono qui con una soluzione, o meglio, una probabile ipotesi. In quel periodo non avevo ancora accesso ad internet e sinceramente non mi interessai più di tanto nel dargli un significato, ma ora, dopo anni, mi è capitato di leggere la risposta su un articolo della rivista Focus (n° 245). Il quesito sul perché si sbadiglia, incredibilmente fino a poco tempo fa, neanche la scienza sapeva dargli una spiegazione scientifica; questo atto tanto naturale, non viene solamente effettuato dagli essere umani ma è comune anche in altri mammiferi. Ipotesi del perché sbadigliamo Recentemente però due biologi statunitensi, Andrew Gallup e Omar Tonsi Eldakar, hanno trovato una risposta. ipotizzando che lo sbadiglio serve a termoregolarizzare il cervello aiutandolo a raffreddarsi. Questo avviene nella circostanza in cui la temperatura del corpo è molto più alta rispetto a quella ambientale, ed ecco perché in inverno, ad esempio, si sbadiglia molto di più rispetto l’estate. Sbadigliare per raffreddare il cervello Un cervello freddo, prendendo come spunto un computer, lavora e funziona molto più efficacemente di uno caldo, quindi con la temperatura più bassa è molto più attivo ed efficace, attento ai pericoli e a quello che ci circonda. Insomma, l’ipotesi dei due biologi sembra calzare a pennello e dare finalmente una spiegazione su come mai sbadigliamo e a cosa serve sbadigliare! Tutto quindi ci fa supporre che lo sbadiglio serve ad aumentare le prestazioni e l’efficienza del nostro fisico, che si prepara ad un’azione, reagendo a quegli stati naturali quali sonno, noia e fame, cercando di “darci la sveglia”. Il perché poi questo atto, talvolta, spinga all’imitazione solamente osservandolo, è tutto un altro mistero. Perché lo sbadiglio […]

Come inserire un Pulsante donazione paypal su un sito o blog 3.7 (3)

In questo articolo andremo a vedere una guida, passo passo, su come creare un pulsante donazione di paypal facilmente e in poco tempo. Per creare un bottone di donazione paypal, che viene utilizzato su molti sitiweb, solitamente preceduti da frasi tipo: “Offrimi una birra” “Offrimi un caffè” etc… sarà sufficiente registrare un account su Paypal.com, associato ad una mail valida, e procedere poi alla creazione del nostro pulsante per pagamenti paypal. Consiglio di creare una mail ed una password ad uso esclusivo per Paypal, in modo da fare tutti vostri movimenti con maggiore sicurezza. Come creare un pulsante paypal Per inserire un pulsante paypal, una volta effettuato l’accesso al sito, seguite i seguenti passaggi: Passaggio 1 Dirigiamoci sulla pagina Pulsanti PayPal. Si aprirà una pagina dove scegliere diverse tipologie di bottoni offerti dal sito e per creare pulsanti paypal, in questo caso dovrete scegliere quello indicato come “Donazione” (accetta donazioni e contributi sul tuo sito), continuate poi con la personalizzazione del vostro bottone per donazioni paypal. Passaggio 2 A questo punto inizierete a compilare il modulo per ottenere il pulsante donazioni, con la possibilità di personalizzare oltre il paese e la lingua, anche graficamente il vostro bottone. Cliccate successivamente su CONTINUA per proseguire con i prossimi step. Passaggio 3 Scegliete se utilizzare un id (consigliato per evitare gli spammer) oppure l’email associata al vostro account paypal e cliccate su CONTINUA Passaggio 4 In questo ultimo passaggio potrete determinare la valuta con cui volete esser pagati, con l’opzione di personalizzare l’importo, libero o esatto. Una volta ultimato il tutto cliccate su COMPLETA E RICEVI IL CODICE. INSERIMENTO CODICE PAYPAL Ora non vi resta che copiare ed inserire il codice fornito da paypal nella sezione scelta del vostro sito, in modo che gli utenti possano cominciare a donare! Inoltre, se desideri inserire […]

Alma e la bottega delle bambole – Rodrigo Blaas 4.8 (4)

Alma è un affascinante, quanto inquietante, corto animato diretto da Rodrigo Blaas della Pixar, che ha lavorato su gioielli come Up, Wall-E, Ratatouille, Cars, Gli Incredibili e Nemo, Blass, ed ora ha partorito questo suo progetto personale, vincitore al L.A. Shorts Fest come Miglior Corto, all’Animacor – International Animation Festival, in Spagna, sempre come Miglior Corto, e in Italia, a I Castelli Animati, come Miglior Opera Prima. Alma trama di Rodrigo Blaas pixar In una fredda giornata di Barcellona, ​​Alma camminava per un vicolo tranquillo, quando ad un certo punto si imbatte in un muro con sopra scritti vari nomi di altri bambini. Sorpresa da un rumore meccanico alle sue spalle, si gira cautamente e scopre una bambola esposta in una vetrina che sembra proprio identica a lei. Spinta dalla curiosità tenterà di entrare nel negozio, ma era chiuso a chiave. Così presa dalla frustrazione decide di lanciare una palla di neve alla porta prima andarsene, ma incredibilmente la porta si aprirà all’improvviso. Facendosi coraggio Alma entrerà nel negozio, noterà gli scaffali pieni di Bambole, e mentre indaga in giro per il locale, inciamperà in un piccolo giocattolo di un ragazzo in sella ad una bicicletta che sembrava scappare verso l’uscita, ma la porta si richiuderà impedendogli la fuga. Alma incuriosita da quella bambola tanto somigliante a lei, si arrampicherà su di una mensola per raggiungera, ma nel momento in cui la tocca, si ritroverà a guardare il negozio dal punto di vista della bambola. Intrappolata e incapace di muoversi, noterà gli occhi di tutte le altre bambole sbattere le palpebre. Alma e la bottega delle bambole Video Cosa ne pensate di questo corto animato, quale è il messaggio che voleva trasmetterci Rodrigo Blaas?

Animator vs. Animation – Saga (video) 4 (1)

Molti di voi conosceranno già la popolare animazione di Alan Becker, divenuta famosa nel web e realizzata dal simpatico ragazzo che ne ha fatto un marchio. In Animator vs. Animation, Alan crea un pupazzo disegnandolo sul desktop e da lì inizierà una battaglia per conquistare la sua libertà verso lo stesso creatore. La trovata è stata alquanto geniale, scopiazzata negli anni da più autori… e devo dire che qualcuno ha fatto anche di meglio, ma l’originale è l’originale. Di video sembrano uscirne di nuovi, e anche il talentuoso Becker prosegue con l’evoluzione della sua opera, nella quale è possibile notarne i miglioramenti grafici; ma solo recentemente ho scoperto un quarto capitolo di questa spassosissima saga youtube, e quindi ho deciso di riproporli tutti e quattro. Buona visione con i i video di Animator vs Animation ! Fatemi sapere cosa ne pensate nei commenti. Animator vs. Animation Video Animator vs. Animation II Animator vs. Animation III Animator vs. Animation IV

WordPress: Inserire codice html, php, css negli articoli del blog 4 (1)

In questo articolo scritto anni fa ero intento a suggerirti diverse soluzione attraverso l’utilizzo di plugin per inserire codici html, php o css in un articolo wordpress, senza causare problemi lato visivo una volta pubblicato. Oggi mi impegno nel modificarlo, poiché recentemente gli autori del famoso software hanno deciso di implementare la funzione direttamente nel core del nuovo Wordperss Gutemberg (v 5.0), così sarà possibile inserire parti di codice nelle pagine senza utilizzare ulteriori plugin. Se hai aggiornato all’ultima versione, sicuramente avrai notato delle nette differenze con il suo nuovo e sgargiante editor di blocchi; il sistema, infatti, possiede molteplici funzioni tra le quali ciò che stiamo cercando. Andiamo a vedere subito come mettere e mostrare codici sorgente in wordpress. Come inserire codici php e css in wordpress A sinistra del block editor – cioè dove dovresti scrivere il testo dell’articolo – noterai apparire al passaggio del mouse l’icona Aggiungi Blocco (vedi figura) Una volta cliccata si aprirà una finestrella contenente un menu e diverse opzioni tra cui Formattazione. A questo punto avrai due soluzioni tra cui scegliere: preformattato e codice. Questi due nuovi blocchi ti consentiranno di inserire codici e script senza difficoltà in diversi linguaggi web (CSS, HTML, PHP…), senza che la pagine o articoli vengano compromessi. Esempio di testo con Codice: Bene, ora sai come mostrare codici e script in un articolo wordpress. Buon lavoro. Plugin per implementare codici su wordpress Se invece il blocco code di default non è sufficiente alle tue esigenze e stai cercando qualcosa di più professionale, potresti ancora aver bisogno di un plugin. Dai un’occhiata a quelli che ti suggerisco di seguito: Quale metodo utilizzi sul tuo blog per condividere i script e codici?

Fullmetal Alchemist 4.5 (2)

Fullmetal Alchemist (鋼の錬金術師 Hagane no renkinjutsushi?) è un manga giapponese creato da Hiromu Arakawa nel 2001 e concluso nel 2010. L’anime sin dalle prime puntate cattura l’attenzione dello spettatore, la storia ben fatta e originale, induce al continuo della visione fino la fine. Fullmetal Alchemist è sicuramente tra gli anime da non perdere ed entra di diritto nella lista dei migliori anime. Trama Fullmetal Alchemist Fullmetal Alchemist è un manga fantasy ambientato agli inizi del XX secolo in un paese chiamato Amestris. In questo mondo immaginario, l’alchimia è la scienza e la pratica più vicina alla magia che permette di trasmutare una materia modificandone la struttura (secondo la legge dello scambio equivalente) attraverso l’uso di un cerchio alchemico. Questo permette all’alchimista, per esempio, di aggiustare un oggetto se si dispone di tutti i frammenti e se si conosce la struttura dell’oggetto, oppure deformarne altri (anche pavimenti o muri), o ancora, distruggerli o fonderli. I migliori alchimisti hanno la possibilità di partecipare ad un esame per poi entrare nell’esercito, con il titolo di alchimisti di Stato. Edward ed Alphonse Elric erano dei bambini che vivevano in un villaggio di campagna chiamato Resembool. Il padre dei ragazzi Hohenheim (Hohenheim della Luce nell’anime e Van Hohenheim nel manga), un alchimista straordinario, se ne era andato di casa quando Edward era ancora molto piccolo ed Alphonse era praticamente un neonato. Anni dopo, la madre dei ragazzi, Trisha Elric, morì a causa di una grave malattia. Dopo la sua morte, Edward ed Alphonse vissero insieme a Winry e sua nonna fino a quando non trovarono un’insegnante di alchimia. Dopo avere completato il tirocinio impostogli da quest’ultima, tornarono a casa con l’intenzione di riportare in vita la defunta madre attraverso il cerchio alchemico che avevano trovato fra gli appunti del padre. Il loro tentativo fallisce e, […]

Pinguini Rompini – Pings – by Pierre Coffin 3.5 (2)

Pings di Pierre Coffin di Ex Machina, uno studio CGI francese noto per i suo lavori, ha aggiunto alla galleria questo video. Il corto animato al primo impatto risulta divertente e carino, quasi troppo carino, con i piccoli pinguini che continuano saltellare e rimbalzare. Ma abbastanza presto la trama si infittisce per includere uno degli strumenti di narrazione preferiti dell’animatore. Neanche le brute maniere fermeranno questi simpatici pinguini, che strapperanno sicuramente un sorriso a tutti. Buona visione! Pings di Pierre Coffin (video)

S. Bonico Fenomeni straordinari, guarigioni inspiegabili ed apparizione della Madonna 4.5 (2)

E’ questo quanto succede in un Paese dell’Emilia da 9 anni a  S. Bonico, frazione di Piacenza, circa dal 2004 dove un veggente sostiene di vedere la Madonna Ogni giovedi sera alla stessa ora, il fatto inspiegabile dell’apparizione della Vergine Maria al veggente Celeste Obertelli, un uomo semplice e schivo, che in tutti questi anni è rimasto sempre nell’ombra nonostante gli eventi straordinari raccontati dai fedeli, ormai tantissimi, che si riuniscono nello stesso luogo. L’ultimo incredibile fenomeno è accaduto davanti molti testimoni, uno di loro racconta durante l’intervista di aver visto le Stigmate del Signore comparire sulla mano di Celeste, e continuando a fissare la mano sinistra sembra si sia materializzata un Ostia. C’era anche un Neurologo quella sera, il dottor Angelo Migli, anche lui sostiene di aver visto con i suoi occhi la ferita rimarginarsi in pochi istanti. Un fatto inspiegabile dal punto di vista scientifico. Non c è dunque Fanatismo a S.Bonico, solo una grande Fede, e in questo luogo hanno indagato i sensitivi di una compagnia di ricerca. Marino Fantuzzi della compagnia ” in questo luogo avviene veramente un contatto, vi sono state delle manifestazioni inspiegabili e delle guarigioni”. Uno dei “miracolati” che sostenendo di non sentire dall’orecchio destro per un neurinoma acustico, 11 gennaio del 2011, ha sentito una lacerazione ed all’ora ci sente benissimo. Le apparecchiature fotografiche sul luogo, hanno catturato delle strane immagini, dei campi gassosi che sembrano aver dato vita alle forme, delle sagome, e tra queste quella quello più suggestivo, un lampo accecante di luce in una notte oscura, come una colomba in volo La notizia è stata data dalla rubrica di Mediaset “Extremamente” Apparizioni Mariane a San Bonico Video 2007

Qual è la migliore struttura permalink per wordpress? 4 (1)

In questo articolo vedremo qual è il miglior permalink wordpress da utilizzare su un blog. In passato, cambiare permalink, ovvero l’indirizzo url che ci permette di arrivare ad una nostra pagina o articolo, alle volte causava l’errore 404 o ulteriori conflitti. Fortunatamente nelle recenti versioni di wordpress qualcosa è stato ottimizzato, e il core lavora in modo da dover reindirizzare i nostri articoli sempre allo stesso, pur cambiando permalink. Qual è il miglior permalink per wordpress? Suggerisco a tutti quelli che vogliono intraprendere una nuova esperienza da blogger, di impostare il miglior permalink per wordpress sin da subito, poiché cambiarlo in un secondo momento potrebbe causare non pochi grattacapi. Per una migliore indicizzazione consiglio di NON lasciare quello di default, che solitamente è composto da una serie numerica, esempio: https://www.youfriend.it/?p=123 Ma cambiarlo immediatamente in: “https://www.youfriend.it/articolo d’esempio/” Quest’ultioma struttura è decisamente migliore e aiuta molto l’indicizzazione del vostro articolo. Oppure, se avete molte categorie potreste usare la struttura personalizzata ed aggiungere nel campo:  “/%category%/%postname%/”   Problema errore 404 cambiando permalink di wordperss Passiamo ora a vedere come risolvere il problema dell’errore 404 cambiato permalink e non perdere l’indicizzazione dei vostri url. Nel caso di un blog datato, potete impostare un redirect 301 dalla vecchia struttura a quella nuova utilizzando i plugin seguenti: Redirection, il gestore di reindirizzamento più popolare per WordPress. Con esso puoi gestire facilmente il redirec 301, tenendo traccia degli errori 404 e in generale riordinare qualsiasi link del tuo sito, migliorando il ranking. Un altro molto veloce e funzionale è Permalink Finder Plugin dove l’installazione farà tutto in automatico, nel caso abbiate molti articoli ci sarà da aspettare qualche minuto per sistemarli tutti. La guida per sistemare i redirect degli articoli wordpress finisce qui, buon lavoro.

Neon Genesis Evangelion Anime 4.5 (2)

Neon Genesis Evangelion (新世紀エヴァンゲリオン Shin seiki Evangerion?, “Il vangelo del nuovo secolo”), anche noto semplicemente come Evangelion, è un anime di 26 episodi del 1995 creato dallo Studio Gainax, sceneggiato e diretto da Hideaki Anno. È uno dei maggior successi, sia di pubblico sia di critica dell’animazione giapponese. La combinazione di design innovativo mecha, storia avvincente e stile di azione, hanno reso indimenticabile e affascinato tutti gli appassionati di Anime, come me del resto. Neon Genesis Evangelion è da ritenersi un anime unico, con una discreta quantità di contenuti psicologici che potrebbero dar da pensare ai fan più giovani e non solo. Gli anime che presentano mecha non mi hanno mai attrattato ma Neon Genesis Evangelion entra di diritto nella mia lista di anime da non perdere. Anime simili a Neon Genesis Evangelions Non perdetevi altri anime incredibili nella nostra lista anime da non perdere assolutamente Neon Genesis Evangelion Trama Nell’anno 2000 un gigantesco cataclisma sconvolge la Terra: un’enorme esplosione avviene nell’Antartide, provocandone la disgregazione e lo scioglimento dei ghiacci. Le fonti ufficiali delle Nazioni Unite parlano dell’improvviso impatto di un meteorite di notevoli dimensioni, ma questo passa in secondo piano rispetto alle conseguenze della catastrofe, e cioè l’innalzamento dei mari, lo sconvolgimento climatico (dovuto anche ad una leggera modifica dell’inclinazione dell’asse terrestre) e delle guerre scoppiate fra le nazioni per accaparrarsi i territori rimanenti. La popolazione viene decimata scendendo a tre miliardi di individui; l’umanità si trova ora dinanzi il difficile obiettivo di ricominciare da capo e ricostruire la propria civiltà gravemente danneggiata. Nella memoria di tutti, a ogni modo, il cataclisma rimarrà per sempre conosciuto come “Second Impact”. Anno 2015: l’equilibrio climatico si sta gradualmente riassestando e le nazioni del mondo stanno lentamente ricostruendo ciò che avevano perduto. Shinji Ikari, un introverso e chiuso quattordicenne giapponese che vive fin […]

Gigi la trottola – Dash Kappei 4 (1)

Dash Kappei (ダッシュ勝平 Dash Kappei? Dasshu Kappei) è uno spokon manga di Noboru Rokuda del 1980 dal quale l’anno successivo è stato tratto anche un anime, noto in Italia come Gigi la trottola. Anche se un po’ datato, e i disegni non sono certamente quelli che siamo abituati a vedere negli ultimi anni, posso assicurarvi che Gigi la trottola guadagna il massimo dei punti in divertimento; è sicuramente un anime da non perdere assolutamente ed entra di diritto nella mia lista top anime da vedere. Penso che tutti quelli della mia classe (’84) lo ricordino, di anime cosi spensierati e spassosi non ve ne erano in giro e questo sicuramente ha lasciato il segno. W Gigi Sullivan il genio dello sport e le mutandine bianche! Gigi la trottola Trama Il protagonista della storia è Kappei Sakamoto, un ragazzo dotato di grandi capacità verso qualunque tipo di sport, simpatico, dolce e generoso, ma ha un unico “difetto”: non raggiunge neanche il metro d’altezza. Kappei non ne fa un problema, anzi, ne approfitta per vedere sotto le gonne delle studentesse, perché, oltre allo sport, la sua passione sono le mutandine bianche. Anche se eccelle in ogni tipo di sport, non gli va di iscriversi a nessun circolo sportivo, ma, per le regole della scuola, il Liceo Seirin, è costretto a scegliere una disciplina. Sceglierà il circolo che sembra essere meno adatto a lui, quello della pallacanestro. Oltre ai componenti della squadra, qui incontrerà Akane (Anna), ragazza gentile e sensibile, che farà breccia nel suo cuore. I tentativi di Kappei di conquistare Akane, però, vengono sempre intralciati da uno spasimante insolito, il cane della ragazza, Seiichirō, che sa parlare, ma solamente Kappei riesce a capirlo. Con l’avanzare del tempo, Kappei si lancia una sfida: decide di sfidare tutti i circoli sportivi e batterli. Sei […]